Inflazione e caro prezzi – Quanto ci costa più la spesa?


Da un anno a questa parte, la crisi energetica ha riportato d’attualità un fenomeno che sembrava un relitto del passato dei tempi di Craxi e Andreotti

A causa dell’inflazione e dell’aumento generalizzato dei prezzi, dal carburante in poi, ormai fare la spesa è diventato un vero e proprio salasso.

Quanto ci costa?

Inflazione all’8,4% in un anno: non si vedeva in Italia dal 1985, quando c’erano la Prima Repubblica, la spesa pubblica senza limiti a fini elettorali, la lira e le svalutazioni competitive.

Vent’anni di euro, una crisi economica mondiale e poi una pandemia, ci avevano abituati ai prezzi che non salivano. E invece, da un anno a questa parte, la crisi energetica ha riportato d’attualità un fenomeno che sembrava un relitto del passato, dei tempi di Craxi e Andreotti, dell’Iri e dei Bot: l’inflazione, appunto.

Ma quanto pesa, nella giornata odierna di un’italiana o di un italiano, questo 8,4% in più rispetto all’agosto 2021?

Prendiamo una cittadina tipo, che chiameremo Cristina, e guardiamo i conti che hanno fatto le associazioni di consumatori Assoutenti, Codacons e Unione nazionale consumatori, basandosi sui dati Istat.

Maria si sveglia alla mattina e fa colazione. Se la fa col latte a lunga conservazione, ha dovuto pagare il 19% in più rispetto all’agosto dell’anno scorso. Il latte fresco è aumentato un pò meno (+11,7% quello parzialmente scremato, +9,9% quello intero). Il pane in un anno è diventato più salato (+13,6%), il burro costa più caro di un terzo (+33%). Le confetture sono aumentate del 7,9%.

Una tazza di caffè caldo è quello che ci vuole per far ripartire la nostra Maria.

Ma anche il caffè costa il 6,7% in più, e lo zucchero per addolcirlo è più salato del 14,9%. Se poi la nostra italiana tipo vuole concedersi una colazione più sostanziosa, l’inflazione gliela rende ancora più amara. Rispetto a un anno fa, lo yogurt costa 12,1% in più, il succo di frutta l’11,1%.

Ma a rovinare del tutto il primo pasto della giornata, arriva l’ennesimo aumento. Il gas che scalda il bricco del latte di Maria, dall’anno scorso costa il 30% in più per le famiglie.

E questo nonostante le decine di miliardi destinati dal governo a calmierare le bollette. Cristina non risparmia se scalda direttamente il latte nel micro-onde. Anche le bollette della luce, nonostante gli interventi del governo, sono salite in 12 mesi del 30%.

L’aumento della bolletta elettrica perseguita la nostra Maria per tutta la giornata. Quando apre il frigorifero, quando accende la luce, quando mette a ricaricare il cellulare, quando guarda la televisione. Sempre il 30% di spesa in più.

Se poi appartiene al popolo dell’aria condizionata, e non a quello delle finestre aperte, l’inflazione energetica diventa un vero incubo per lei. E non è ancora finita. Da novembre, (in certe località anche prima) bisognerà accendere il riscaldamento. E anche la bolletta del gas sarà di un terzo più pesante.

Se poi la nostra Cristina deve prendere l’auto, deve sborsare il 18% in più per la benzina e il 22% per il gasolio. Se vuole comprarsi un cd o un dvd, il prezzo è salito del 27%. All’ora di pranzo, l’inflazione continua a galoppare: +21,7% per la pasta, +22,4% per il riso, +11,6% per sughi e condimenti, +8,5% per la carne, +15,6% per il pollo, +9,6% per il pesce fresco e +9,7% per quello surgelato, +10,7% per i formaggi, +12,4% per la verdura fresca, 12,8% per le acque minerali, +8,3% per la frutta fresca.

Se Maria vuole consolarsi con un gelato, rischia di rimanerle l’amaro in bocca: il prezzo è salito del 18,1%. E a cena, si replica con gli aumenti. Inutile provare a fuggire dall’Italia: i voli internazionali sono aumentati del 128,1%.

Secondo il Codacons, una famiglia di 4 persone, a causa degli aumenti di prezzi e tariffe del comparto alimentare, si ritrova oggi a subire una stangata da 794 euro annui in più per l’acquisto di cibi e bevande.

6 Settembre 2022 · Gennaro Andele

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 287 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose » Inflazione e caro prezzi – Quanto ci costa più la spesa?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.