Immobile con mutuo residuo espropriato da altra banca per revocatoria

La banca “B” di cui sono debitore ha vinto causa per rendere efficace la revocatoria di vendita immobiliare e ora vuole espropriare il bene, nominare un custode e metterlo all’asta (l’immobile ha inoltre un contratto di affitto a terzi residenziale regolarmente registrato e antecedente all’espropriazione.

L’immobile vale 200 mila euro su cui sussiste una ipoteca volontaria di primo grado di Banca “A” per circa 30 mila euro residui a fronte di un mutuo contratto 10 anni fa e sino ad ora regolarmente pagato.

Come si comporta la banca “A” con il suo debito? Continuerò a pagare le scadenze mensili sino all’aggiudicazione dell’asta o può chiedermi di rientrare di tutto, o chi si aggiudicherà all’asta l’immobile paga il debito residuo della banca “A” e poi detratto le spese per custode, avvocati ecc… versa la differenza alla banca “B” e quindi quantomeno io sarò sollevato dal pagamento del mutuo residuo?

La banca B otterrà l’espropriazione dell’immobile e tratterrà l’importo di aggiudicazione all’asta del bene espropriato al netto di quanto dovuto alla banca A (creditore privilegiato garantito da ipoteca volontaria) e delle spese legali sostenute nell’azione revocatoria così come accordate dal giudice, fino a soddisfazione del credito vantato nei confronti del proprio debitore.

Pertanto, il credito vantato dalla banca B nei confronti del debitore risulterà, dopo l’espropriazione, diminuito per il valore dell’immobile aggiudicato all’asta al netto del mutuo residuo erogato dalla banca A e non soddisfatto dal mutuatario (e gravato da eventuali interessi moratori e dalle spese extragiudiziali di recupero delle rate dl mutuo scadute e non versate).

Pertanto, per minimizzare il credito vantato dalla banca B nei propri confronti, il debitore deve azzerare il mutuo residuo erogato dalla banca A.

23 Febbraio 2021 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

La banca in fase di accollo mutuo può portare il valore di mutuo all'80% dell'immobile?
Volevo sapere se la banca in fase di accollo mutuo può portare il valore di mutuo all'80% dell'immobile, che non è il residuo che proviene dal frazionamento notarile. Esempio: valore immobile 275, accollo 226 (residuo dal frazionamento di 235), mutuo 220. ...

ISEE - Qual è il capitale residuo del mutuo di un immobile messo all'asta?
Vi espongo la mia situazione: a novembre del 2007 ho acceso un mutuo ventennale (di euro 130 mila) con garanzia ipotecaria per l'acquisto della prima casa, ma purtroppo sono riuscito a pagare solo le prime 4 rate del predetto mutuo. Di conseguenza, a novembre del 2008, l'Istituto Bancario erogatore del mutuo, mi invitava a rimborsare al creditoria ammontante a: - €. 7.155,50 per n. 8 rate scadute e impagate; - €. 203,36 per interessi di mora maturati a fronte delle predette rate scadute ed impagate, oltre ad interessi maturati fino al rimborso. Con l'espresso avvertimento che, in mancanza, si riservava ...

Saldo stralcio per il residuo di un mutuo finora regolarmente pagato
Il mio appartamento è gravato di un mutuo ipotecario con un debito originario di 150 mila euro: adesso il residuo è di 65 mila euro e si tratta di un mutuo regolarmente pagato. Un mese fa ho ricevuto una raccomandata da AMCO spa la quale mi informa che il mutuo è stato ceduto dalla mia banca e quindi le rate devono essere versate su un conto intestato ad Amco spa. Purtroppo, visto la pandemia e la crisi di lavoro, sono un autonomo, sicuramente farò molta fatica a continuare a pagare il suddetto mutuo. Siccome posso avere l'aiuto di alcuni famigliari ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Immobile con mutuo residuo espropriato da altra banca per revocatoria