Il debitore può continuare ad abitare nella casa pignorata? Quali sono i tempi medi per il perfezionamento della procedura di espropriazione immobiliare?

Gradirei sapere se il debitore può continuare ad abitare nella casa pignorata e quali sono i tempi medi di perfezionamento della procedura di espropriazione.

L’articolo 560 del codice di procedura civile stabilisce che il debitore ed i familiari, che con lui convivono, non perdono il possesso dell’immobile e delle sue pertinenze sino al decreto di trasferimento.

Il giudice ordina, sentiti il custode e il debitore, la liberazione dell’immobile pignorato per lui ed il suo nucleo familiare, qualora sia ostacolato il diritto di visita di potenziali acquirenti, quando l’immobile non sia adeguatamente tutelato e mantenuto in uno stato di buona conservazione, per colpa o dolo del debitore e dei membri del suo nucleo familiare, quando il debitore viola gli altri obblighi che la legge pone a suo carico, o quando l’immobile non è abitato dal debitore e dal suo nucleo familiare.

Inutile parlare, invece, di tempi medi per il perfezionamento della procedura espropriativa, che termina con il decreto di trasferimento della proprietà dell’immobile da debitore ad aggiudicatario.

23 Aprile 2020 · Roberto Petrella

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?