Fornitura di merce difettosa segnalata tardivamente con semplice email – Devo comunque pagare la fattura?

Si tratta di una fornitura di bicchieri di plastica difettosi: la ditta fornitrice, adesso, pretende, tramite avvocato, il pagamento della fattura di pari importo che, invece, a mio parere, avrebbe dovuto essere compensata in quanto io avevo inviato, seppur tardivamente, un reclamo scritto via e-mail. Ha un valore giuridico l’invio, con una e-mail, di un reclamo tardivo per la fornitura di merce difettosa?

Il compratore è tenuto a denunciare al venditore i vizi del bene acquistato (nella fattispecie la mancanza di qualità del bene) entro otto giorni dalla scoperta: l’azione si prescrive, in ogni caso, in un anno dalla consegna. E’ quanto dispone l’articolo 1495 del codice civile.

La denuncia dei vizi va notificata (con raccomandata AR oppure con comunicazione inviata via Posta Elettronica Certificata), ed il termine di otto giorni (o, comunque, quello stabilito dal contratto concluso) decorre dalla consegna del bene acquistato: se i vizi sono occulti il termine per eccepirli decorre, invece, dal momento della scoperta.

Una volta formalmente e tempestivamente notificato al venditore il reclamo sulla scarsa qualità della cosa venduta, il compratore avrebbe potuto chiedere, ex articolo 1453 del codice civile (ma sempre con raccomandata AR o PEC) l’adempimento (cioè il ritiro della merce difettosa a spese del venditore e la fornitura dello stesso quantitativo di bicchieri in plastica immuni da vizi) oppure, la risoluzione (cioè l’annullamento) del contratto. In entrambi i casi l’acquirente della merce avrebbe potuto anche pretendere il risarcimento del danno patito.

Se la procedura esposta non è stata seguita scrupolosamente e la fattura non è stata pagata, il compratore è divenuto semplicemente un soggetto inadempiente ed è obbligato, adesso, a corrispondere al fornitore il prezzo della merce acquistata senza poter sollevare obiezioni sulla scadente qualità della stessa.

13 Ottobre 2020 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Prescrizione fattura non pagata per fornitura merci (di consumo personale) effettuata da un'azienda commerciale ad un privato
Vorrei sapere i termini di prescrizione di una fattura per fornitura merci tra un'azienda commerciale ed un privato. Si tratta di merci di consumo personale ...

Consumi sempre presunti contabilizzati da Eni gas & luce - Devo pagare?
Ho ricevuto da ENI gas e luce l'ennesima bolletta con 80 m3 da loro stimati ma da me non consumati: la bolletta precedente, per la quale avevo fatto l'autolettura, era stata di 11 m3 in più di quanto da me comunicato e consumato. Alle mie rimostranze, hanno risposto che se volevo, avrebbero sospeso l'invio della bolletta per un anno, cosa che non è avvenuta. Devo per forza pagare? ...

Vizi di notifica delle cartelle esattoriali che emergono dall'estratto di ruolo - Devo pagare?
Siamo andati con mia moglie a vedere quali debiti esattoriali avevamo: abbiamo trovato due multe e diverse cartelle di tributi non pagati per immondizia dal 2002 al 2008. Le multe risalgono agli anni 2011 e 2014. Sull'estratto di quella del 2014 c'è la realtà. Nella copia è scritto che è stata recapitata non da poste ma da Nexive che ha messo "sconosciuto". Inoltre sull'estratto nel data di notifica c'è 00.00.0000. Non è strano? Noi non abbiamo mai ricevuto questa notifica. È legittimo? -L'altra multa del 2011, cartella non opposta, è stata notificata il 2014 ma sull'estratto c'è il mio indirizzo ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Fornitura di merce difettosa segnalata tardivamente con semplice email – Devo comunque pagare la fattura?