Fermo Amministrativo non cancellato dopo aver pagato il debito – Cosa fare?


Argomenti correlati:

Il passaggio di proprietà dell’auto mi è stato rifiutato perchè grava un procedimento amministrativo di €2000,00 del 2015, del quale non ho mai ricevuto avviso o notifica. Nel 2018 e fino ad oggi, ho aderito alla pace fiscale ed alla rottamazione, pagando a rate importi che sommati superano €2000,00 richiesti.
Ho inviato diverse Pec. all’ADE chiedendo la prova di notifica senza ottenere risposta. Cosa fare?

Può darsi che la cartella esattoriale relativa al debito che ha generato la disposizione di fermo amministrativo sia stata già pagata: il consiglio è di leggere l’estratto conto online, individuando l’importo il cui mancato pagamento è riconducibile al provvedimento di fermo amministrativo.

In questa indagine può chiedere aiuto allo sportello di Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER) territorialmente competente.

Il fatto è che non basta pagare il debito che ha originato il fermo amministrativo per ottenerne la cancellazione: bisogna infatti recarsi presso il Pubblico Registro Automobilistico (PRA), esibire la prova dell’avvenuto pagamento della cartella esattoriale (o la liberatoria di ADER) e pagare i diritti di procedura, per poter sgravare il veicolo di proprietà dal vincolo amministrativo imposto.

18 Febbraio 2021 · Paolo Rastelli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Fermo Amministrativo non cancellato dopo aver pagato il debito – Cosa fare?