Fenomeno social scarpe Lidl e reseller – Intervengono associazioni consumatori

Argomenti correlati:

Mio figlio, adolescente, si è fatto coinvolgere dall’esplosione sul web del fenomeno delle scarpe della LIDL, e mi ha chiesto di acquistargliene un paio: non le ho trovate, però, poiché erano esaurite in pochi minuti al negozio fisico.

Cercando di acquistargliele sul web, ho notato rivenditori con inserzioni superiori a 500 euro.

E’ legale tutto ciò?

Il caso delle scarpe Lidl andate letteralmente a ruba e rivendute sul web a prezzi astronomici finisce al vaglio della magistratura: il Codacons ha deciso infatti di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, alla Polizia Postale e all’Antitrust in cui si chiede di intervenire con urgenza per bloccare le speculazioni a danno dei consumatori.

E’ di queste ore la notizia che le sneakers della catena Lidl sono terminate rapidamente nei punti vendita del supermercato per comparire a tempo di record sul web, in vendita a prezzi astronomici.

Su alcune piattaforme di e-commerce le scarpe in questione, che nei negozi Lidl erano offerte a 12,99 euro, sono rivendute a prezzi che raggiungono i 2.500 euro, con un ricarico del +19.000%”.

Una evidente speculazione a danno dei consumatori, che configura le ipotesi di aggiotaggio e manovre speculative su merci, e contro la quale chiediamo oggi l’intervento della magistratura e di Polizia Postale e Antitrust, affinché oscurino tutti i siti web e gli annunci che vendono al pubblico le scarpe Lidl a prezzi maggiorati, e indaghino i responsabili dei reati che saranno ravvisati.

20 Novembre 2020 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Garanzia legale » Antitrust sanziona Lidl per 300 mila euro
Regole sulla garanzia legale omesse: l'Autorità Garante della Concorrenza ed il mercato (Agcm) ha infilitto a Lidl una multa di 300 mila euro. Contestato il mancato rispetto delle regole sulla garanzia legale di conformità sui prodotti non alimentari. A causa di questa pratica commerciale scorretta,l'Antitrust ha multato Lidl Italia Srl per 300 mila euro. L'Antitrust ha sanzionato Lidl per informazioni ambigue e carenti sulla garanzia legale, per il rinvio dei consumatori ai Centri di Assistenza Tecnica nel caso di prodotti difettosi, per l'omissione complessiva delle informazioni sulla garanzia legale. La pratica commerciale analizzata dall'Agcm, infatti, riguarda la messa a disposizione ...

Iliad: niente è per sempre? - Altolà delle associazioni dei consumatori
Sono indeciso se sottoscrivere o meno l'abbonamento con ILIAD, dato che le tariffe sembrano molto vantaggiose: non mi fido, però, dal fatto che l'offerta rimanga la stessa per sempre. Molte volte gli operatori modificano unilatelarmente le condizioni contrattuali a danno dei consumatori. Stavolta sarà diverso? ...

Bollette pazze inviate ai consumatori: il fenomeno non si arresta - Come ottenere rimborsi?
Nonostante il tentativo di arginare il fenomeno da parte delle istituzioni, ho continuato a ricevere bollette pazze dal mio fornitore di energia: ogni volta devo perdere tempo e denaro per dimostrare l'errore da parte dell'operatore. Come mai questa prassi non si ferma? E' possibile ottenere rimborsi? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Fenomeno social scarpe Lidl e reseller – Intervengono associazioni consumatori