Fattura digitale e obbligo di notifica al cliente


In genere, la fattura elettronica intestata ad un consumatore (non in possesso di partita IVA) può essere consegnata come copia di cortesia





Chi emette una fattura digitale è obbligato a comunicare l’avvenuta emissione e consegnare una copia digitale o analogica al destinatario della fattura?

Inoltre, le fatture digitali emesse antecedentemente alla data di adesione del privato al sistema di fattura elettronica sul sito della Agenzia delle Entrate sono visibili o lo saranno solo quelle emesse a posteriori rispetto a tale data?

In genere, la fattura elettronica intestata ad un consumatore (non in possesso di partita IVA) può essere consegnata come copia di cortesia e successivamente l’avvenuta consegna deve essere segnalata al SdI (Sistema di Interscambio).

In pratica, il cedente/prestatore è, infatti, obbligato a trasmettere allo SDI le fatture emesse. Tali fatture saranno pubblicate dallo SDI su un’area riservata accessibile dal consumatore, il quale avrà, però, facoltà di richiedere al cedente copia cartacea del documento stesso.

La fattura elettronica intestata ad un professionista (soggetto fornito di partita IVA) verrà invece resa disponibile attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) di Agenzia delle Entrate e, dal Sistema, comunicata tramite casella di Posta Elettronica Certificata (PEC).

Riassumendo, il Sistema di Interscambio di Agenzia delle Entrate è una sorta di postino che svolge i seguenti compiti:
– verifica se la fattura contiene almeno i dati obbligatori ai fini fiscali, nonché l’indirizzo telematico (cosiddetto codice destinatario ovvero indirizzo PEC) al quale il cliente desidera che venga recapitata la fattura;
– controlla che la partita Iva del prestatore e la partita Iva ovvero il Codice Fiscale del cliente siano esistenti.

In caso di esito positivo dei controlli precedenti, il Sistema di Interscambio consegna in modo sicuro la fattura al destinatario comunicando, con una ricevuta di recapito, a chi ha trasmesso la fattura la data e l’ora di consegna del documento.

Le fatture digitali emesse antecedentemente alla data di adesione del cliente consumatore al sistema di fattura elettronica saranno comunque visibili nell’area riservata, del sito della Agenzia delle Entrate, accessibile dal cliente consumatore.

6 Giugno 2022 · Giorgio Valli


Se il post è stato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » Fattura digitale e obbligo di notifica al cliente. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.