Esodo incentivante e bonifico domiciliato ormai in ritardo

Argomenti correlati:

Sono un esodato postale licenziatosi con formula dell’incentivo all’esodo: nel contratto firmato alla camera di commercio tra me un dirigente di Poste Italiane e l’impiegato preposto della Camera di Commercio, vi era la postilla che il compenso mi sarebbe stato erogato entro 90 giorni.

Sono passati i 90 giorni da un 24 ore ed ancora non mi è’ arrivato il bonifico domiciliato. Io non ho mai avuto un conto corrente postale ma incassavo lo stipendio attraverso il bonifico domiciliato. Così mi consigliate? Cosa avviene in questi casi? Non ho intenzione di contattare nessun dirigente, anzi vorrei partire subito con una Querela presso i carabinieri.

Querela a chi e per quale reato: il ritardo potrebbe essere riconducibile a Poste Italiane o all’azienda con la quale lei ha raggiunto l’accordo di esodo.

Com’è noto il pagamento con Bonifico Domiciliato può avvenire presso tutti gli uffici postali: le somme non incassate dal beneficiario entro la scadenza (che coincide con l’ultimo giorno lavorativo del mese successivo alla data di inizio pagamento) vengono riaccreditate a favore del disponente e rendicontate il giorno successivo.

Il Bonifico Domiciliato offre l’opportunità di effettuare diverse tipologie di pagamento in contanti, fino a 6 mila euro.

Se l’ammontare dell’incentivo all’esodo supera i 6 mila euro (nel qual caso lo strumento di pagamento scelto non è idoneo) si rivolga prima a Poste Italiane e poi all’azienda. A quest’ultima anche con un sollecito inviato con raccomandata AR.

24 Gennaio 2020 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Azzeramento del saldo in un conto corrente pignorato - In quali condizioni l'accredito di un bonifico potrebbe essere pignorato?
Se supponiamo il giorno 10 la banca riceve la comunicazione del blocco del conto corrente, esso viene immediatamente bloccato sia per i movimenti in uscita che in entrata? Un eventuale bonifico fatto da terzi per esempio il giorno 12, che fine farebbe? Tornerebbe al mittente, e quindi non andrebbe perso e si potrebbe versare su un altro conto da aprire eventualmente (bonifico con lo stipendio per esempio). ...

Revocatoria su bonifico dello stipendio da un conto corrente all'altro
Ho già il pignoramento del decimo da parte dell'agenzia delle Entrate sullo stipendio e mi aspetto un'ulteriore pignoramento del quinto da parte di un recupero crediti. Se una volta accreditato lo stipendio sul mio conto corrente, faccio un bonifico sul conto della mia compagna con cui ho due figli minorenni, rischio un'azione revocatoria da parte dell'agenzia delle Entrate? ...

Bonifico disposto dal conto corrente e accreditato al beneficiario post mortem del disponente
Caso specifico: il private banker che gestiva il rapporto del de cuius ha compilato un bonifico a favore di uno degli eredi e datato 2 giorni prima del decesso autorizzandone l'addebito in banca 5 giorni dopo il decesso dell'intestatario; essendo il private banker nipote diretto del de cuius e figlio di uno degli eredi legittimi, sapeva benissimo (presente oltretutto al funerale tenutosi 3 giorni prima che venisse autorizzato l'addebito in conto) che era deceduto l'intestatario e quindi non doveva far addebitare il bonifico! Abbiamo comunicato alla banca che ha disposto post mortem un bonifico pur essendo a conoscenza del decesso ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Esodo incentivante e bonifico domiciliato ormai in ritardo