Esenzione della tassa automobilistica per un parente proprietario di un veicolo utilizzato dal disabile


Espongo il mio problema sono disabile con invalidità civile al 100%: in famiglia nessuno e’ possessore di auto ed io quotidianamente uso l’auto di mio nipote 24h su 24h. Quindi vorrei sapere se vi può essere una esenzione dal pagamento del bollo per mio nipote.

Come è noto la tassa di circolazione è di competenza regionale, quindi le norme vigenti per l’esenzione dal pagamento del balzello potrebbero variare in relazione al luogo di residenza del disabile.

Possiamo tuttavia affermare che, in tutto il territorio nazionale, l’esenzione dal pagamento della tassa di circolazione può essere richiesta dal proprietario disabile del veicolo oppure dal proprietario del veicolo a cui il disabile risulti fiscalmente a carico.

Alcune regioni, ma va verificato preliminarmente, accordano l’esenzione del pagamento della tassa di circolazione anche per un veicolo concesso in comodato al disabile: in tale ipotesi, il problema prospettato nel quesito, potrebbe essere risolto al costo di un contratto di comodato sottoscritto e registrato presso l’Agenzia delle Entrate.

15 Giugno 2018 · Giorgio Martini



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Esenzione della tassa automobilistica per un parente proprietario di un veicolo utilizzato dal disabile