Ingente prelievo sulla pensione a causa di una trattenuta doppia per il rimborso del prestito dietro cessione del quinto


Argomenti correlati:

Da due mesi ho rinnovato la mia cessione del quinto sulla pensione: il mese scorso evidentemente doveva esserci già la trattenuta da parte dell’INPS che non l’ha operata. Sulla pensione di agosto ho visto che hanno effettuato la doppia trattenuta per un totale di 600 euro. Considerato che sulla mia pensione grava già un pignoramento è legale quella doppia trattenuta? Mi hanno lasciato con una pensione da miseria in questo mese. Non si poteva fare diversamente?

In pratica l’INPS ha operato in ritardo (un mese dopo) la prima trattenuta di rimborso del rinnovo di un prestito dietro cessione del quinto: ma la cessione del quinto è una opzione volontaria del pensionato (non è equiparabile al pignoramento e l’INPS partecipa come terzo debitore ceduto nella triangolazione con pensionato cedente e finanziaria cessionaria). Inoltre, il contratto sottoscritto indica la decorrenza del pagamento rateale. Dunque, seppur censurabile (ma giudizialmente irrilevante) il ritardo con cui l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha operato la trattenuta, nei fatti rendendola doppia, non si può negare che il pensionato, volendo, avrebbe avuto modo di capire, dalla documentazione in suo possesso, che nei conti del mese in cui ha percepito il rateo pieno (al netto del prelievo per pignoramento), qualcosa non tornava.

22 Luglio 2020 · Patrizio Oliva



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ingente prelievo sulla pensione a causa di una trattenuta doppia per il rimborso del prestito dietro cessione del quinto