Disdetta delle utenze domestiche in caso di decesso dell’intestatario dei contratti di fornitura in assenza di conviventi che possano fruire di voltura umana

Mio cognato era proprietario al 50% assieme a mia moglie di un appartamento: lì vi abitava da solo, ora è deceduto e mia moglie non intende accettare l’eredità del fratello.
Le utenze (luce,acqua,telefono fisso) chi le deve disdire?
Ci penseranno gli eventuali altri eredi che accetteranno la eredità?
Oppure ci penseranno gli acquirenti che eventualmente compreranno all’asta il 50% di mio cognato?

Le utenze domestiche gas, acqua, luce, telefono, connessione ad internet devono essere disdette (distacco della fornitura) dall’intestatario oppure dagli eredi di questi.

Si può anche attendere il subentro degli eventuali acquirenti dell’appartamento, tuttavia con il rischio che, nel frattempo, si verifichino utilizzi abusivi delle utenze con addebito dei consumi all’intestatario e quindi ai suoi eredi.

2 Febbraio 2021 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

La voltura dei contratti di utenze domestiche configura accettazione tacita dell'eredità? Entro quanto tempo va presentata la dichiarazione di rinuncia all'eredità?
Da poco è deceduto mio padre, sono unica figlia: mio padre era usufruttuario del mio appartamento in cui viveva insieme a me e alla mia famiglia. e aveva intestato le utenze di acqua e luce: vorrei effettuare la rinuncia dell'eredità, vorrei capire i termini entro i quali poter effettuare tale rinuncia e la spiegazione di possesso dei beni del defunto. Le utenze si ereditano? Sono oggetto di successione? Per le utenze intestate a lui, come mi devo comportare per non incorrere in accettazione tacita dell'eredità? Nonostante sono proprietaria dell'immobile ed ho la residenza, la voltura delle stesse a mio nome ...

Modifica intestazione contratto di fornitura acqua luce gas e fonia per decesso del titolare - Voltura umana o subentro totale
Mio fratello, intestatario di tutte le utenze luce,gas e acqua, è morto: come erede debbo richiedere la voltura a mio nome di tutte le utenze. Con mio fratello abitavamo insieme, ed eravamo proprietari della casa del 50% ciascuno. Qual'è la legge che impone ai fornitori di servizi di non far pagare l'importo dovuto per la voltura, ma solo l'imposta di legge (euro 16,00) all'atto della sottoscrizione? ...

Utenze domestiche intestate al defunto - Vorremmo rinunciare all'eredità ma come fare la voltura e pagare le bollette rimaste in sospeso?
Mio marito è proprietario dell'immobile in cui veniva ospitato il padre, deceduto qualche giorno fa: ora le utenze domestiche erano intestate a mio suocero e anche la tassa sui rifiuti. Cosa dobbiamo fare e, soprattutto, effettuare la voltura comporta accettazione eredità? E con le eventuali bollette che sono già arrivate via posta a nome suo cosa dobbiamo fare? Da premettere che mio suocero viveva con noi come "ospite", senza alcun diritto. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Disdetta delle utenze domestiche in caso di decesso dell’intestatario dei contratti di fornitura in assenza di conviventi che possano fruire di voltura umana