Deduzione spese sanitarie sostenute dal disabile durante la permanenza in una RSA privata

Mio zio, disabile con legge 104/1992, verrà ricoverato in una residenza sanitaria assistenziale (RSA) privata e non convenzionata ASL. La parte di costi relativa alle spese sanitarie che andrà a sostenere potranno essere recuperate nel 730 anche se la struttura è privata?

Se la persona con disabilità viene ricoverata in un istituto di assistenza, è possibile portare addirittura in deduzione (non in detrazione), nella dichiarazione dei redditi, le spese mediche e paramediche di assistenza specifica che devono risultare dettagliatamente nella documentazione rilasciata dall’istituto.

Naturalmente non sarà possibile detrarre o dedurre le spese di vitto e alloggio, in pratica la retta.

18 Febbraio 2020 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Spese sanitarie già rimborsate ma ancora indicate nella Dichiarazione dei redditi precompilata - Il poco conosciuto Sistema Tessera Sanitaria che certifica le spese sanitarie sostenute dal contribuente anche quando non si conservano tutte le copie documentali
Nel 730 precompilato vedo le spese sanitarie sostenute nel corso del 2019, tuttavia una parte di queste è stata rimborsata dal fondo sanitario integrativo aziendale. Io vorrei accettare la dichiarazione senza modifiche per evitare i controlli documentali (non ho copia di tutti gli scontrini) ma resta il dubbio che dovrei decurtare la parte rimborsata (o essendo un fondo aziendale privato non devo decurtarlo?). Se tolgo quelle parti e modifico il 730 dovrei togliere anche le spese per il quale non conservo una copia documentale (anche se sostenuta per intero). Cosa fare? ...

Le spese sostenute per l'acquisto e la realizzazione di una piscina, ancorché utilizzata per scopi terapeutici, non risultano inquadrabili tra le spese sanitarie per le quali è riconosciuta la detrazione d'imposta
L'articolo 15, comma 1, lettera c), del TUIR ammette in detrazione dall'IRPEF, per un importo pari al 19 per cento le spese sanitarie, per la parte che eccede 129,11 euro: dette spese sono costituite esclusivamente dalle spese mediche e di assistenza specifica, diverse da quelle indicate nell'articolo 10, comma 1, lettera b), e dalle spese chirurgiche, per prestazioni specialistiche e per protesi dentarie e sanitarie in genere. Le spese sostenute per l'acquisto e la realizzazione di una piscina, ancorché utilizzata per scopi terapeutici, non risultano inquadrabili tra le spese sanitarie per le quali è riconosciuta la detrazione d'imposta ai sensi ...

Detrazione spese sanitarie parzialmente rimborsate da fondo integrativo aziendale
Ho un fondo integrativo aziendale che copre una parte delle mie spese mediche (e del mio coniuge) a fronte di un versamento deducibile inferiore alle 3600 euro. Volevo sapere se la parte non rimborsata è detraibile (es. Spendo 1000 mi rimborsano 600, posso detrarre le 400€ rimaste?). Inoltre il mio coniuge può detrarre le sue spese (non avendo fatto contributi deducibili) anche se a me sono state parzialmente rimborsate dal fondo sanitario? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Deduzione spese sanitarie sostenute dal disabile durante la permanenza in una RSA privata