Decreto bollette – Ecco tutti i punti salienti


Il provvedimento approvato alla Camera contiene misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale

Vorrei sapere quali sono i punti salienti del decreto bollette approvato dal Governo per contrastare i rincari ed aiutare i consumaotri.

Potete illustrarmi?

La Camera ha approvato il decreto legge contro il caro bollette: i voti a favore sono stati 323, 49 i contrari: il provvedimento contiene misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali.

Il decreto punta poi a favorire lo sviluppo delle energie rinnovabili sia per arrivare a una maggiore indipendenza dagli idrocarburi sia per ridurre il fabbisogno energetico dall’estero.

A questo scopo è stata semplificata la procedura per l’installazione di impianti solari fotovoltaici e termici sugli edifici.

I relativi lavori saranno considerati interventi di manutenzione ordinaria e non verranno subordinati a permessi, autorizzazioni “o atti amministrativi di assenso”.

Stretta a termosifoni e condizionatori delle pubbliche amministrazioni.

Dal 1° maggio 2022 al 31 marzo 2023, la media ponderata della temperatura degli edifici pubblici non dovrà superare i 19 gradi centigradi più 2 gradi di tolleranza e non dovrà essere minore dei 27 gradi meno due gradi di tolleranza.

Lo prevede un emendamento al dl bollette approvato dalle commissioni Ambiente e Attività produttive delle Camera.

Via il canone Rai dalle bollette elettriche dal 2023: è quanto prevede un ordine del giorno presentato da Maria Laura Paxia (Gruppo Misto) al decreto energia approvato alla Camera.

Accettato dal governo, dapprima come raccomandazione, il testo è stato poi accolto con riformulazione (senza dunque dover essere posto ai voti) prevedendo di “adottare misure normative dirette a scorporare dal 2023 il canone Rai”. Resta ovviamente da capire come lo Stato andrà a pescare quegli 1,7 miliardi l’anno circa di gettito del canone tv.

Ma secondo diversi addetti ai lavori, la stretta sulle temperature negli uffici pubblici è solo l’inizio di un percorso difficoltoso, in cui il razionamento energetico sarà praticamente inevitabile.

Il Paese ha scorte sufficienti fino a ottobre, per non correre rischi il governo dovrà probabilmente prolungare la stretta.

Dapprima con altri provvedimenti per ridurre drasticamente i consumi delle amministrazioni pubbliche, per esempio sull’illuminazione. Poi, eventualmente, coinvolgendo anche i privati e la popolazione.

Sul Bonus Energia invece viene confermata l’intenzione del mese scorso di aumentare la soglia ISEE di accesso da 8,265€ a 12.000€ per il periodo dal 1 aprile 2022 al 31 dicembre 2022.

14 Aprile 2022 · Andrea Ricciardi

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 171 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose » Decreto bollette – Ecco tutti i punti salienti. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.