La banca può rinunciare ad applicare la decadenza del beneficio del termine ad un debitore inadempiente nel pagamento delle rate di rimborso del prestito?

Vorrei sapere se la DBT può decadere, cioè la banca può decidere di non richiedere più il pagamento in un'unica soluzione del debito totale.

Illustro la mia situazione brevemente. Ho un debito di circa 4000 euro con la banca per rate di mutuo non pagate. La banca mi ha inviato la DBT mesi fa e mi intimava di pagare sia 4000 euro di arretrati sia 60.000 euro di debito residuo. Ora con il recupero crediti abbiamo sottoscritto un accordo (accettato dalla banca mi è stato riferito) per pagare il debito residuo in 12 mesi e, naturalmente, la rata del mutuo regolarmente, cosa che per altro ho continuato sempre a fare.

Ora mi è stato detto che rispettando l'accordo, nessuno ha interesse a pignorare la casa e potrò continuare a pagare regolarmente ogni mese secondo il piano di ammortamento originario del mutuo. Io spero che siano sinceri perché sono molto preoccupata. Voi cosa potete dirmi? Io ovviamente pagherò regolarmente le rate, pur con mille difficoltà, a costo di saltare i pasti. Vi ringrazio molto per la Vostra risposta

Applicare la decadenza del beneficio del termine e pretendere l'importo del debito residuo in un'unica soluzione dal debitore inadempiente è una facoltà prevista dalla legge a favore del creditore.

Tuttavia, è chiaro che non si tratta di un obbligo: il creditore, in base a proprie valutazioni, può preferire di raggiungere un qualsiasi accordo con il debitore e di rinunciare tranquillamente alla facoltà che gli è concessa.

21 giugno 2018 · Carla Benvenuto

Altre discussioni simili nel forum

decadenza dal beneficio del termine (DBT) e risoluzione del contratto di prestito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca