Pensionato con residenza all’estero iscritto all’AIRE – In caso di pignoramento per crediti ordinari a quanto ammonterà la trattenuta mensile operata dall’INPS?


Argomenti correlati: ,

Vivo all’estero e sono iscritto all’AIRE e ricevo una pensione di reversibilità al netto di 2 mila e 800 euro: nel 2008 ricevo un decreto ingiuntivo per 20 mila euro euro, faccio opposizione e nel 2013 perdo la causa e muore il creditore lasciando alcuni eredi. Tra 2 anni dovrebbe andare in prescrizione, mi chiedo se si facessero vivi gli eredi del creditore, ,dovrei pagare al lordo o al netto della pensione?

Attualmente l’importo massimo dell’assegno sociale ammonta a 460 euro circa: ai sensi dell’articolo 545 del codice di procedura civile, la pensione può essere pignorata presso l’INPS, solo per l’importo eccedente 690 euro, dal momento che il minimo vitale è pari all’importo massimo dell’assegno sociale aumentato della metà.

La sua pensione al netto del minimo vitale e degli oneri fiscali è di 2110 euro: la trattenuta mensile, in caso di pignoramento, risulterà all’incirca pari a 422 euro/mese.

8 Ottobre 2021 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pensionato con residenza all’estero iscritto all’AIRE – In caso di pignoramento per crediti ordinari a quanto ammonterà la trattenuta mensile operata dall’INPS?