Debito italiano per residente in Brasile

Sono residente in brasile da più di 20 anni, mi sto portando dietro un vecchio debito in italia da un ventennio con la banca di circa 20 mila euro: ho ricevuto alcune lettere in passato al mio Vecchio indirizzo in italia e ultimamente ho ricevuto una lettera in Brasile per tentare di recuperare il credito: cosa rischio per favore?

Probabilmente la comunicazione notificata in Brasile era finalizzata ad interrompere il decorso della prescrizione: se non ha beni in Italia, il massimo che rischia è che il creditore italiano, qualora lo ritenesse conveniente dal punto di vista economico, si attiverebbe attraverso uno studio legale carioca, per tentere il recupero coattivo di quanto gli è dovuto.

21 Giugno 2020 · Roberto Petrella

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Notifica atti e cartelle esattoriali all'estero (Brasile) normativa/modalità
Buongiorno a tutti, vorrei avere delucidazioni in merito alle notifiche di atti (avvisi di accertamento e, successivamente, cartelle esattoriali) all'estero, segnatamente in Brasile. Con che modalità devono essere effettuate per ritenersi valide? Il caso è quello di un contribuente che a seguito di cessione dell'attività causa trasferimento definitivo in brasile, ha ricevuto, nel tempo, avviso di accertamento notificato al vecchio indirizzo in italia e cartella esattoriale in brasile (consegnata al portiere...). Com'è la disciplina delle notifiche all'estero? Il contribuente si è iscritto da subito negli elenchi dell'AIRE, questo comporta qualche differenza alla disciplina generale? grazie per l'attenzione. ...

Recupero crediti di Agenzia delle Entrate Riscossione nei confronti di cittadino italiano residente in Australia
Sono un cittadino italiano residente in Australia da sei anni: mi sono iscritto all'AIRE pochi mesi fa e ho subito ricevuto una cartella dall'Agenzia delle Entrate Riscossione per circa 30 mila euro per sanzioni amministrative e debiti con l'INPS per un attività finita male nel 2013. In Italia avevo la residenza dai mie genitori che non hanno mai ritirato la posta per me. Ora, ero nullatenente in Italia ed in pratica lo sono anche qui, a parte avere intestato a mio nome una macchina. Potrebbero prendere il quinto dello stipendio e prendere soldi dal mio conto bancario australiano o fare ...

Avviso di intimazione al pagamento di Agenzia delle Entrate Riscossione per molteplici precedenti cartelle esattoriali asseritamente mai notificate a cittadino italiano residente all'estero
Sono un Italiano residente in Bulgaria, ho ricevuto di recente al mio indirizzo AIRE una notifica di AdE - Riscossione per un importo importante. La notifica riporta numerose cartelle "precedenti" riferite a mancati versamenti IRPEF ed IVA della mia passata attività in Italia, notificate dal 2016 fino al 2018 (oltre all'attuale), ed inerenti periodi che vanno dal 2011 al 2014 (redditi 2012-2015). Io ho cessato l'attività alla fine del 2014, e sono emigrato ad Aprile 2015 quando ho effettuato regolare registrazione AIRE, aggiornata successivamente nel 2018. Non capisco come possa essere arrivata questa notifica ma nessuna delle precedenti. Non ho ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Debito italiano per residente in Brasile