Debiti con fisco e banche e mutuo cointestato da pagare – Sono stanco



Attenzione » il contenuto di questa discussione è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Sono un piccolo imprenditore che nel corso degli anni ha portato a casa un debito di 30 mila euro tra inps, tasse e via dicendo. Ora mi ritrovo con un’attività che nel corso di 10 anni ha avuto una flessione notevole, gli incassi sono sempre più bassi, mi ritrovo ogni mese a dover fare due conti per l’affitto, lotto con i fornitori ma che comunque riesco a tenere a bada, ma ho degli arretrati anche con loro.

Nella mia famiglia mio padre dopo tanti anni di lavoro ha cessato la sua attività e perciò non può aiutarmi essendo disoccupato, mia madre è l’unica che regge il tutto, spese di casa, bollette varie e per giunta abbiamo un mutuo di casa cointestato io e lei, ancora con svariati anni davanti.

Il mio conto corrente aziendale è in rosso fisso da un bel po’ ormai: ho cercato il condono fiscale con l’agenzia delle entrate e quando mi sono arrivate le rate da pagare, solo la PRIMA RATA supera l’importo del mio reddito!

Ora inizio ad essere stanco mentalmente, ho solo 28 anni e non trovo più via d’uscita. Chi può indicarmi una strada gliene sarei grato.

Può trovare le risposte che cerca qui o qui, laddove sono descritte situazioni simili alla sua.

18 Gennaio 2020 · Annapaola Ferri



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti