Debiti fiscali



Attenzione » il contenuto di questa discussione è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

A causa di una attività artigianale ho accumulato un discreto debito fiscale (circa 60k euro), attività chiusa da quasi 20 anni. Nel 2006 ho rateizzato ma non riuscendo a pagare ho interrotto nel 2007. Adesso da oltre 10 anni sono lavoratore dipendente, ho un auto intestata da qualche anno ed alcuni risparmi sul cc. Equitalia mi ha intimato un pagamento nel 2015 (solo per alcune cartelle) ma non ha dato seguito ad attività di recupero.

Alcune cartelle sono di contributi pensionistici (quindi sicuramente prescritti) altri di mancato pagamenti iva e Irpef (dichiarati ma non versati).

Posso ritenere che Equitalia prima ed ader ora non abbiano “insistito” considerando prescritti i debiti? Anche se risultano sul sito ader e che abbiano rifiutato alcuni anni fa a dare seguito ad una richiesta di prescrizione in autotutela.

È ragionevole pensare che questa quiescenza di ader sia oramai “definitiva”?

Va innanzitutto verificato, con visura al PRA, che non sia stato disposto fermo amministrativo sull’auto di proprietà.

20 Febbraio 2020 · Carla Benvenuto



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti