Debiti esattoriali e morte del debitore – Chi è obbligato a pagare i debiti del defunto?


Siamo tre fratelli che non sono tenuti a presentare successione perchè non vi sono beni immobili e mobili . Che ne sarà dei debiti equitalia di nostro padre?

Innanzitutto, la legge dice che non c’è obbligo di dichiarazione se l’eredità è devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l’attivo ereditario ha un valore non superiore a 100 mila euro e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari.

Quindi, il defunto potrebbe aver lasciato 99 mila euro sul conto corrente a lui intestato ed i tre figli (in assenza di coniuge premorto) avrebbero potuto intascare ciascuno 33 mila euro.

Insomma, l’esenzione dalla presentazione della dichiarazione di successione ha esclusivamente una valenza fiscale: per farla breve, per evitare di doversi accollare i debiti del papà debitore i tre figli del debitore (ed i nipoti maggiorenni – per i minorenni è un’altra storia) devono recarsi presso la cancelleria del tribunale competente per territorio (in base al luogo dove è avvenuto il decesso) e presentare esplicita dichiarazione di rinuncia all’eredità.

9 Settembre 2020 · Paolo Rastelli



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Debiti esattoriali e morte del debitore – Chi è obbligato a pagare i debiti del defunto?