Non è soggetta a revoca l’alienazione dei beni del debitore finalizzata all’adempimento di un debito scaduto


I miei hanno debiti ingenti con un recupero crediti e con l’Agenzia delle Entrate: a causa di un mutuo che non sono riusciti a pagare e su cui grava una ipoteca sulla casa rischiamo il pignoramento della stessa da parte del recupero crediti (anche se è prima e unica casa), abbiamo fatto una proposta di saldo e stralcio che speriamo accettino. Nel caso in cui accettino, per pagare il recupero crediti io dovrei prendere un mutuo e ricomprare casa dei miei (questa è l’idea) e con quei soldi loro estinguerebbero il debito con la finanziaria. Volevo sapere, se possibile, Agenzia delle Entrate Riscossione potrà comunque avviare unì azione revocatoria nei confronti dell’alienazione portata a termine dai miei genitori, anche se la vendita è stata fatta per pagare altri debiti? Può iscrivere comunque ipoteca? Una volta fatto il passaggio posso stare tranquilla o rischio che la casa mi venga portata via?

L’ articolo 2901 del codice civile stabilisce che non è soggetto a revoca, l’adempimento di un debito scaduto: qualora, quindi, il ricavato dell’alienazione della casa da parte dei suoi genitori fosse interamente destinato a soddisfare l’adempimento di un debito scaduto, o anche l’intero debito scaduto con il creditore ordinario (il recupero crediti) e parte del debito maturato con il creditore esattoriale, quest’ultimo (Agenzia delle Entrate Riscossione – ex Equitalia) non potrebbe chiedere al giudice di revocare la compravendita fra genitori e figlia.

Una volta perfezionato il trasferimento di proprietà dell’immobile, Agenzia delle Entrate Riscossione (AdER ex Equitalia) alcuna azione esecutiva potrebbe avviare nei confronti della figlia nonché sui beni di sua proprietà, per i debiti residui dei genitori.

23 Giugno 2021 · Michelozzo Marra



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Non è soggetta a revoca l’alienazione dei beni del debitore finalizzata all’adempimento di un debito scaduto