Credito a sofferenza in Centrale Rischi della Banca d’Italia passato a perdita e ceduto a terzo vigilato da Banca d’Italia


Argomenti correlati:

Per quanto tempo può essere mantenuto segnalato in centrale rischi banca d’italia, un credito passato a perdita? A chi si deve chiedere la cancellazione e secondo quale legge si può ottenerla?

Se il credito in sofferenza non viene ceduto o viene ceduto ad un soggetto vigilato da banca d’Italia, la segnalazione può permanere vita natural durante fino a quando il debitore non provvede a regolare la propria posizione.

La CR banca d’Italia è una Centrale Rischi pubblica con lo scopo di raccogliere informazioni sull’indebitamento di sistema, e non un Sistema di Informazione Creditizia (SIC) privato e quindi soggetto al Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di credito al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti stipulato, con la mediazione dell’Autorità per la tutela della privacy, e sottoscritto da ABI (Associazione Bancaria Italiana), Assofin (Associazione Italiana del Credito al Consumo e Immobiliare), Assilea (Associazione Italiana Leasing), da alcune Associazioni dei Consumatori e dai Sic di CRIF, Experian e CTC.

11 Maggio 2021 · Ornella De Bellis



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Credito a sofferenza in Centrale Rischi della Banca d’Italia passato a perdita e ceduto a terzo vigilato da Banca d’Italia