Crediti da affitto - Il debitore ha recentemente ereditato un immobile » Ha senso un'azione esecutiva nei suoi confronti per poco più di tremila euro?

Tre anni fa l'inquilino al quale affittavo un appartamento si è trasferito, ma mi ha lasciato circa 3 mila e 500 euro di debiti tra affitti e qualche bolletta.

Essendo lui completamente nullatenente e disoccupato non ho fatto nessuna azione: mi sarebbe solo costata.

Ho scoperto però che recentemente ha ereditato una casa: ha senso fare un azione sulla casa per 3.500 euro di debiti?

Si tratta, in pratica, di un investimento a medio lungo termine: il creditore, ad esempio, potrebbe decidere di anticipare altri soldi per ottenere un decreto ingiuntivo, prima che decorra il termine quinquennale di prescrizione, al fine di iscrivere ipoteca giudiziale il cui valore sarebbe comprensivo delle ulteriori spese legali e di procedura sostenute.

Evidentemente, con l'intervenuta iscrizione del vincolo ipotecario sull'immobile di proprietà ed il rischio di successivo pignoramento, espropriazione e vendita all'asta dello stesso da parte del creditore, il debitore potrebbe anche decidere di pagare il dovuto, ovvero il debito originario (3.500 euro) gravato da tutte le spese sostenute dal debitore nella procedura di escussione forzata, oltre agli interessi legali maturati nel frattempo.

4 febbraio 2020 · Carla Benvenuto

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?