Contributi inps e simulazione pensione – Possibile che dopo più di vent’anni di contributi versati spetti un importo di pensione di vecchiaia minore dell’assegno sociale?

Mia moglie 64 anni, con più di 20 anni di contributi, come dipendente: simulando la futura pensione presso l’inps mi dice che andrà in pensione a dicembre 2023, con un importo lordo di 452 euro mensile. Mi chiedo che servono 20 anni di contributi per percepire una pensione più bassa di quella sociale. Vorrei un vostro parere in merito.

Quando, nonostante il versamento contributivo, l’importo mensile spettante come pensione di vecchiaia scende sotto una determinata soglia (per il 2020 515,07 euro – indicato come trattamento minimo) il pensionato ha diritto ad una integrazione (al minimo) se ha versato contributi prima del 1996. In pratica, in tale ipotesi, l’importo della pensione di vecchiaia viene integrato al minimo di 515,07 euro/mese.

In ogni caso, l’importo massimo dell’assegno sociale (pensione sociale) è pari a 459,83 euro, quindi non molto inferiore alla pensione di vecchiaia spettante a sua moglie. Peraltro l’importo lordo coincide con quello netto dal momento che un tale livello di reddito non risulta imponibile (No Tax Area).

Inoltre, per un soggetto coniugato, l’assegno sociale (o pensione sociale) varia in funzione dal reddito dell’altro coniuge fino ad azzerarsi quando il reddito complessivo della coppia di coniugi (al netto dell’assegno sociale) supera 11.955,58 euro. La pensione di vecchiaia di uno dei coniugi è, invece, indipendente sia da eventuali altri redditi propri che dai redditi del coniuge.

19 Maggio 2020 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Calcolo anni di contributi INPS versati per accedere alla pensione di vecchiaia
Dal sito INPS "La mia pensione" alla voce Contributi utili ai fini della pensione ci sono 1381 settimane per la misura, 1456 settimane per il diritto. Da un mio calcolo divido 1381 x 52 settimane e mi da più di 26 anni di contributi accreditati. Avrei bisogno di una vostra conferma del calcolo, e se cosi fosse, compiendo 67 anni in agosto ho i requisiti per la domanda di pensione di vecchiaia (minimo 20 anni di contributi) ...

Diniego pensione di vecchiaia a chi ha maturato i requisiti da lavoratore dipendente a causa di eventuali contributi non versati alla gestione separata?
Classe 1953 e compleanno ad agosto prossimo venturo, ho i requisiti per presentare domanda per la pensione di vecchiaia (67 anni e 25 anni di contributi versati): i 25 anni di contributi erano già maturati alla fine del 2012 (con sistema calcolo MISTO). Dal 2014 ho aperto partita iva come consulente grafico e da allora non ho più pagato i contributi minimali INPS (con cartelle esattoriali già in notifica). A fronte di questi debiti INPS può non accettare la mia domanda di pensione di vecchiaia? Da simulazione l'assegno mensile sarebbe di 748,00 euro. In caso di accettazione quanto ammonterebbe la ...

Fondo di previdenza casalinghe - Versando contributi per almeno cinque anni si può ottenere la pensione di vecchiaia?
Ho 55 anni e 23 anni di contributi versati sia come titolare di attività commerciale e sia da lavoratrice dipendente. Oggi sono venuta a sapere del fondo Inps casalinghe che consente di andare in pensione a 57 anni. Essendo attualmente disoccupata la mia domanda e la seguente: se iniziassi a versare da oggi, e per almeno 5 anni i contributi di 26 euro all inps più l'assicurazione di 13 euro annuali all INAIL, ciò mi darebbe diritto ad andare in pensione a 60 anni? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Contributi inps e simulazione pensione – Possibile che dopo più di vent’anni di contributi versati spetti un importo di pensione di vecchiaia minore dell’assegno sociale?