Recesso da contratto ADSL senza pagamento della penale e senza restituzione dispositivo di connessione

Il mio fidanzato ha sottoscritto, molto frettolosamente, un contratto ADSL con consegna immediata della chiavetta internet, circa un anno e mezzo fa: il contratto è stato effettuato fuori dalla Stazione Termini di Roma da promoter di una web company e il pagamento è stato regolato mediante addebito rid in conto corrente di circa 20 euro mensili per 2 anni; in caso di recesso la penale doveva essere di circa 180 euro con contestuale restituzione della chiavetta. Solo il primo addebito è stato regolato correttamente, dopodiché il mio ragazzo ha effettuato la revoca del rid dal conto e da quel momento non è passato più nessun addebito. La chiavetta non è stata mai utilizzata perché andata perduta pochi giorni dopo la sottoscrizione del contratto.

Il mio fidanzato non è in possesso di copia del contratto (lui dice che non gliel’hanno consegnato). Non si è mai degnato di comunicare mai niente alla controparte, nè inviare raccomandate/fax.

All’indirizzo di residenza (il mio ragazzo studia a Roma ma risiede in Sicilia) sono arrivate comunicazioni che però non sono state mai aperte. Ho provato a spiegargli di sistemare il tutto ma lui per questioni di tempo, di negligenza, non lo fa mai. A cosa può andare incontro? Sono preoccupata perchè il conto corrente su cui doveva appoggiarsi il rid è cointestato con me!

Da poco ha sottoscritto un contratto con altra compagnia per l’acquisto di un telefono e il rid è stato regolarmente agganciato sul conto, quindi, di fatto, l’ altra compagnia non si è accorta dell’inadempimento del cointestatario del conto. Cosa posso fare, volendo sistemare io il tutto?

La risposta più banale alla domanda sarebbe l’invito a contattare a nome del suo fidanzato la company web, chiedere informazioni sull’ammontare del debito, sull’eventuale società cessionaria attualmente titolare del credito, e quindi pagare il dovuto sanando la posizione.

Tuttavia, se non ha intenzione di procedere in tal senso, vale forse la pena rassicurala sulla circostanza che il nome del cointestatario del conto corrente del debitore inadempiente per utenze telefoniche non può essere segnalato nella centrale rischi degli utenti morosi Simoitel.

Questa la ragione per cui il suo contratto con l’altra compagnia telefonica è andato a buon fine.

Per quanto riguarda gli scenari futuri, per quanto appena scritto, il suo fidanzato verrà probabilmente contattato, presto o tardi, da qualche società di recupero crediti che esigerà il pagamento del debito: ma lei, in quanto fidanzata e cointestataria del conto corrente con il debitore, non ha alcun motivo di preoccuparsi della questione.

5 Gennaio 2020 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Recesso dal contratto per la fornitura di servizi voce e ADSL erogati da TIM e sottoscritto dal defunto senza eredi
Mio padre è morto a Febbraio, e noi fratelli e mamma abbiamo fatto subito dopo rinuncia all'eredità: ovviamente non abbiamo immobili/beni o soldi che erano del papà (non aveva intestato nulla). Mio padre aveva però intestato ancora dagli anni 70 una linea telecom sulla casa della mamma, (anche se non era né proprietario, né residente) di cui abbiamo subito bloccato il RID bancario (anche se puntava a conto della mamma), e quindi la telecom dopo 2 mesi ha tagliato telefono (chiamate uscenti) e adsl. Noi per scrupolo abbiamo anche staccato il cavo a monte di casa, ma il numero è ...

Recesso contratto telefonia con penale
Ho recesso erroneamente un contratro di telefonia con penale spinto da un servizio clienti pressante che mi ha comunicato che a scadenza avrei perso il numero di telefono. Ho fatto la portabilità verso un altro operatore a 7 gg dalla scadenza e mi hanno mandato 245 euro da pagare. Se non pago cosa succede? Rischio un pignoramento oppure dopo le chiamate dell'ufficio recupero crediti finisce lì? ...

Penale di estinzione di un presunto contratto di abbonamento per il controllo periodico della caldaia
Nel pomeriggio di oggi mia sorella è stata contattata da una termoidraulica (a cui entrambe facevamo fare la revisione della caldaia) per dirle che io dovevo fare la revisione caldaia con loro perché c'è attivo uno pseudo-abbonamento che mi vincola a loro e per disdirlo devo pagare 50 euro. Io è dal 2017 che mi rivolgo ad un'altra impresa per fare la revisione della caldaia senza ricevere obiezioni dalla vecchia termoidraulica. sono andata a cercare se avessi firmato qualche documento in merito con la vecchia azienda ma l'unica cosa che ho trovato è stato un foglio a4 scritto con word,senza ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Recesso da contratto ADSL senza pagamento della penale e senza restituzione dispositivo di connessione