Informazioni provenienti da uffici di pubblicità immobiliare e dal registro imprese acquisite dai tribunali e censite in alcuni archivi elettronici di settore


Un immobile soggetto a confisca può generare, nel soggetto intestatario del bene che subisce il provvedimento, segnalazioni di tipo negativo in banche dati sic/centrale dei rischi?

In alcune banche dati gestite da società operanti nel settore commerciale possono essere censite informazioni pubbliche, messe a disposizione di tutti i soggetti interessati dalle fonti stesse da cui provengono (Tribunali e quindi Uffici di Pubblicità Immobiliare presso le agenzie del Territorio e Registro Imprese presso le CCIAA), che forniscono un quadro dello stato patrimoniale di persone fisiche e giuridiche e permettono di verificare l’eventuale presenza di situazioni di insolvenza.

Ad esempio:

– Domanda Giudiziale
– Ipoteca Giudiziale
– Ipoteca Legale
– Pignoramento Immobiliare
– Sentenza di Fallimento
– Sequestro o Confisca

I dati relativi alle informazioni provenienti da Tribunali, Uffici di Pubblici Immobiliare e Camere di Commercio vengono cancellati automaticamente: i tempi di cancellazione sono stabiliti dal Codice Deontologico sottoscritto da Autorità per la tutela dei dati personali e Associazioni di categoria e cambiano in base al tipo di dato.

Ad esempio, per le confische immobiliare, la cancellazione interviene decorsi due anni dalla nota di cancellazione registrata nei Pubblici Registri Immobiliari

4 Febbraio 2022 · Ornella De Bellis



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Informazioni provenienti da uffici di pubblicità immobiliare e dal registro imprese acquisite dai tribunali e censite in alcuni archivi elettronici di settore