Terreno industriale detenuto in comunione e problematiche connesse all’abuso effettuato da uno dei comunisti

Argomenti correlati:

Due fratelli sono proprietari al 50% di un terreno industriale: su questo terreno uno dei due fratelli vi svolgeva un’attività industriale e nell’ambito di questa attività detto fratello aveva costruito un vano abusivo.

Il Comune ha intimato ad entrambe i fratelli la demolizione di detto vano o fare il condono edilizio che è possibile.

Ora il fratello che ha eseguito l’abuso edilizio è deceduto.
Il fratello superstite non intende accettare il 50% di eredita del fratello defunto.

La pratica di demolizione o di condono si ritiene sospesa fino a quando il 50% del defunto verrà assegnato ad altri eredi oppure tale pratica di demolizione/condono procede ugualmente contro il fratello superstite?

Se il Comune per l’abuso di cui si è reso colpevole uno dei due fratelli ha intimato ad entrambi la demolizione o la sanatoria, si presume che si tratti di un terreno industriale detenuto dai due fratelli in comunione.

In tale ipotesi, il decesso di uno dei due fratelli non comporta alcuna conseguenza sull’iter di demolizione del manufatto abusivo.

29 Gennaio 2021 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Demolizione per struttura smontabile a copertura posti auto nel terreno di mia proprietà prospiciente la casa in cui abito
Sono proprietario di un terreno con annessa civile abitazione: in questo terreno, con regolare concessione edilizia, ho realizzato un'area destinata a parcheggio per due posti auro. A servizio dell'area destinata a parcheggio, per riparare le vetture parcheggiate dagli agenti atmosferici, ho anche realizzato una struttura di copertura facilmente smontabile, aperta sui quattro lati. Ma il Comune ne ha ordinato la demolizione. Posso oppormi in qualche modo? ...

Pagamento imposte per terreno tenuto in possesso ma non intestato
Detenevo in possesso un terreno da oltre 50 anni: detto terreno al catasto terreni risultava però intestato ad altra persona. Ho donato detto terreno a mio figlio dichiarando il possesso ultraventennale dello stesso nell'atto di donazione. Dopo un anno dall'atto di donazione l'intestatario del terreno oggi mi chiede le tasse che egli ha pagato per detto terreno. Posso avvalermi della prescrizione e comunque quanti anni io debbo riconoscere all'intestatario del terreno? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Terreno industriale detenuto in comunione e problematiche connesse all’abuso effettuato da uno dei comunisti