Quando scatta l’obbligo di nomina di un amministratore di condominio

Argomenti correlati:

Abbiamo 4 unità immobiliari residenziali in una palazzina composta da due scale completamente indipendenti ma che hanno giardino e scivolo per raggiungere i garages in comune: la scala A è composta da 3 unità più un negozio con entrata indipendente non dalle scale. la nostra scala B è composta da 6 unità residenziali e un negozio.
Non abbiamo mai costituito un condominio con amministratore.
Vorrei chiedere se la legge ci obbliga a farlo? Se possiamo costituire due condomini, cioè uno per ogni scala? Con quante unità immobiliari la legge obbliga a costituire un condominio e sono inclusi i negozi? Cioè la nostra scala con 6 unità residenziali e un negozio è obbligata per legge ad avere un amministratore? Siamo obbligati a fare condominio con tutte e due le scale?

L’ articolo 1129 del Codice civile regola l’obbligo di nomina di un amministratore di condominio: quando i condomini sono più di otto, se l’assemblea non vi provvede, la nomina di un amministratore è fatta dall’autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini o dell’amministratore dimissionario.

Ciò non toglie che i proprietari delle unità abitative e dei negozi condominiali possano eleggere un amministratore di condominio anche se in numero minore di otto.

I proprietari di appartamenti e negozi ubicati in due edifici con scale indipendenti possono nominare due differenti amministratori se, e solo se, nell’edificio servito da una scala non esistono spazi e strutture comuni anche all’edificio servito dall’altra scala.

11 Febbraio 2022 · Piero Ciottoli



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Quando scatta l’obbligo di nomina di un amministratore di condominio