Inammissibile richiesta di concordato preventivo prima di udienza prefallimentare già fissata


Se viene presentata una domanda di ammissione ad un concordato preventivo con i creditori prima di un’udienza prefallimentare (già fissata) quest’ultima viene sospesa/rinviata/posticipata ?

La domanda di concordato preventivo, presentata dal debitore non per regolare la crisi dell’impresa attraverso un accordo con i suoi creditori, ma con il palese scopo di differire la dichiarazione di fallimento, è inammissibile in quanto integra gli estremi di un abuso del processo, che ricorre quando, con violazione dei canoni generali di correttezza e buona fede e dei principi di lealtà processuale e del giusto processo, si utilizzano strumenti processuali per perseguire finalità eccedenti o deviate rispetto a quelle per le quali l’ordinamento li ha predisposti (cassazione sentenza 9935/2015).

Pertanto, non è possibile presentare domanda di ammissione al concordato preventivo quando sia stata già fissata l’udienza prefallimentare.

28 Settembre 2021 · Marzia Ciunfrini



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Inammissibile richiesta di concordato preventivo prima di udienza prefallimentare già fissata