Comportamenti scorretti fornitori energia – Agcm apre un’istruttoria

Sono sempre più numerosi i casi, nell’ambito della fatturazione energetica, di pratiche commerciali scorrette e poca chiarezza in termini economici.

Possibile che nessuno faccia nulla?

Tredici società finiscono nel mirino dell’Antitrust per mancanza di trasparenza nell’indicazione delle condizioni economiche di fornitura di energia elettrica e gas sul mercato libero rilevata sia nella documentazione contrattuale sia nella comunicazione promozionale.

Al fine di accertare tale condotta, l’Autorità ha avviato, quindi, 13 procedimenti istruttori nei confronti delle società Enel Energia, Optima, Green Network, Illumia, Wekiwi, Sentra, Olimpia-Gruppo Sinergy, Gasway, Dolomiti Energia, E.On, Axpo, Audax, Argos.

L’analisi delle principali offerte commerciali sul mercato libero proposte dalle società ha rivelato l’esistenza di diversi profili critici delle informazioni rese in ordine alle voci che concorrono alla formazione del prezzo complessivo dell’energia elettrica e del gas, comprensive di oneri che, una volta riportati in bolletta, vengono posti a carico dei consumatori”, spiega l’Autorità in una nota.

In particolare – prosegue – risulta che, prima della sottoscrizione del contratto, gli utenti non siano adeguatamente informati dell’esistenza di alcune voci di costo aggiuntive al prezzo della componente energia. Pertanto, solo al momento della ricezione delle bollette, essi si rendono conto degli effettivi costi delle forniture di energia elettrica e gas applicati da queste imprese, che risultano superiori alle attese.

“In molti casi – spiega ancora l’Antitrust – gli oneri di commercializzazione non sono indicati nel loro esatto ammontare oppure alcuni oneri previsti dal contratto non trovano fondamento in una corrispondente attività. Talvolta, invece, altre voci di costo risultano impropriamente addebitate agli utenti in caso di recesso anticipato, a titolo di penale o sotto forma di storno dei bonus concessi per incentivare l’adesione alle offerte commerciali”.

Con l’avvio di questi procedimenti, l’Autorità intende accertare, dunque, l’esistenza di condotte relative alle offerte di fornitura dell’energia elettrica e del gas sul mercato libero che contrastino con le norme del Codice del Consumo, nei casi in cui le condizioni economiche prospettate nella documentazione contrattuale o promozionale da parte dei vari operatori del settore risultino ingannevoli, inadeguate o omissive.

L’indagine attiene anche alle condotte aggressive poste in essere da alcuni degli operatori citati, con particolare riguardo all’applicazione di penali in caso di recesso o di costi per servizi non resi, con l’obiettivo di “sanzionare i comportamenti pregiudizievoli verso i clienti domestici e non domestici di piccole dimensioni e dissuaderne, quindi, la futura reiterazione”

“Tali comportamenti – conclude l’Autorità – potrebbero integrare, del resto, anche una condotta non diligente, in violazione dell’art. 20 del Codice del Consumo”.

9 Ottobre 2020 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Coronavirus e bollette energetiche - E' prevista una sospensione del pagamento?
Vorrei sapere come è possibile che non siano ancora state sospese le bollette della fatturazione energetica, in questo periodo di crisi che stiamo vivendo a causa del Coronavirus. Siamo allo stremo: possibile che nessuno faccia nulla? ...

Pratiche commerciali scorrette » Agcm vs Groupon
L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) ha deciso di avviare un procedimento per verificare possibili pratiche commerciali scorrette da parte di Groupon. L'istruttoria è stata avviata alla luce delle denunce presentate da alcune associazioni dei consumatori. Groupon, il noto sito web che vende servizi a prezzi scontati attraverso il sistema dei coupon, è finito sotto la lente dell'Antitrust. L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha infatti deciso di avviare un procedimento per verificare possibili pratiche commerciali scorrette da parte di Groupon. L'istruttoria è stata avviata alla luce delle denunce presentate da alcune associazioni dei consumatori e da ...

Telefonia e TLC - Contro i continui abusi arrivano i super poteri ad Agcom per tutelare maggiormente i consumatori?
Tra vessazioni, pratiche commerciali scorrette e truffe ai danni degli utenti sono sempre di più gli abusi che i consumatori devono subire nel campo della telefonia e delle telecomunicazioni in genere. Inoltre, gli strumenti a difesa dei cittadini fanno acqua da tutte le parti, tra sentenze che si rimbalzano e annullano tra loro, col finire sempre a dar ragione alle società di TLC. Quando cambierà tutto questo? Possibile che nessuno faccia nulla? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Comportamenti scorretti fornitori energia – Agcm apre un’istruttoria