Rinuncia all’eredità del debitore e bene rinunciato concesso successivamente al debitore in comodato – Si può fare?

Svolgo un attività commerciale in una struttura che appartiene a mio padre: il giorno in cui dovessi ereditare tale struttura essa sarebbe aggredibile da ipotetici creditori. Se io rinuncio a questa eredità lasciandola ad un altro parente e costui successivamente mi concedesse il comodato d’uso gratuito, registrandolo regolarmente, il locale commerciale sarebbe comunque aggredibile da parte di ipotetici creditori?

Se il disegno che lei ha immaginato le riesce, nessun creditore potrà aggredire il bene di proprietà del comodante per debiti accumulati del comodatario.

Bisogna tuttavia ricordare che, ai sensi dell’articolo 524 del codice civile, se taluno rinunzia, benché senza frode, a un’eredità con danno dei suoi creditori, questi possono farsi autorizzare ad accettare l’eredità in nome e luogo del rinunciante, al solo scopo di soddisfarsi sui beni ereditari fino alla concorrenza dei loro crediti.

Il diritto dei creditori si prescrive in cinque anni dalla rinunzia.

La norma è stata scritta proprio per contrastare il disegno del chiamato all’eredità che, oberato di debiti, potrebbe essere indotto a rinunciare all’eredità sapendo che questa si devolverebbe, poi, a suoi stretti familiari. Ciò consentirebbe al rinunciante di conseguire un vantaggio, seppur indiretto, in danno delle ragioni dei suoi creditori.

9 Marzo 2021 · Michelozzo Marra

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Bene concesso in comodato - Quando il comodante può richiederne la restituzione
Il bene concesso in comodato d'uso deve essere restituito non appena il comodante lo richieda, a meno che: non stato pattuito espressamente un termine di durata; il termine di durata del comodato risulti dall'uso cui la cosa è destinata. La norma prevede dunque tre ipotesi: quella in cui al comodato non sia fissato alcun termine; quella in cui sia fissato un termine esplicito, e quella in cui sia fissato un termine implicito. Il termine di durata risultante "dall'uso cui la cosa è destinata" è un termine implicito. In quanto implicito può non essere previsto espressamente, ma in quanto termine deve ...

Immobile ristrutturato dal de cuius e concesso dall'erede a terzi in comodato gratuito
L'erede che ha diritto a beneficiare della detrazione del 36 per cento per le residue quote di detrazione dell'immobile ristrutturato dal de cuius può continuare a beneficiarne anche se concede l'immobile a terzi in comodato gratuito? ...

Immobile all'asta con comodato d'uso registrato a favore del padre del debitore
Casa all'asta con comodato d'uso gratuito senza scadenza a favore del padre del debitore (piu di 80 anni). Comodato registrato per l'uso di camera, poltrona, uso del bagno e cucina. La casa non è la residenza dell'esecutato ma non so se lo è del padre. Al momento della perizia l'immobile risultava non occupato. Ho 2 domande: 1) Una volta aggiudicata l'asta che ostacoli potrei incontrare con questo comodato? 2) Dovessi incontrare ostacoli e quindi non entrare in casa per tempo non definito, come funzionano le agevolazioni prima casa? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rinuncia all’eredità del debitore e bene rinunciato concesso successivamente al debitore in comodato – Si può fare?