Come viene devoluta una quota di usufrutto dopo una rinunzia all’usufrutto attribuito per testamento ad uno dei coeredi?


Si estingue l'usufrutto e l'erede a cui è stato attribuita la nuda proprietà diviene pieno proprietario

Con testamento pubblico il de cuius aveva assegnato la piena proprietà di un appartamento A alla moglie e l’usufrutto su un secondo appartamento B per 1/2 ciascuno alle sue due figlie (x e y) oltre alla nuda proprietà dell’appartamento B per 1/2 ciascuno ai nipoti, entrambi figli di y. La figlia x, con atto pubblico, rinunzia al legato. Nella successione integrativa, come verrà devoluta la sua quota di 1/2 di usufrutto?
1) l’usufrutto viene diviso in parti uguali tra la moglie e la figlia y (1/4 e 3/4);
2) si fa prevalere il diritto di accrescimento e la sorella y diviene usufruttuaria per l’intero;
3) si considera estinto l’usufrutto della figlia x e, di conseguenza, i due nipoti diverranno pieni proprietari per 1/4 ciascuno e nudi proprietari per 1/4 ciascuno

Va innanzitutto precisato che il de cuius, anche con testamento, non può attribuire come gli pare le quote del lascito (si consulti a tale proposito, questo articolo): nella situazione illustrata, in presenza di coniuge superstite, della figlia X e della figlia Y la massa ereditaria (il valore commerciale della piena proprietà dell’appartamento A al netto del valore del diritto di abitazione assegnato per legge al coniuge superstite più il valore commerciale della piena proprietà dell’appartamento B) avrebbe dovuto essere ripartita assegnando 1/4 dell’intero patrimonio al coniuge superstite, 1/4 alla figlia X, un quarto alla figlia Y e 1/4 disponibile, ovvero, 1/8 del patrimonio complessivo (tenuto conto del valore dell’usufrutto assegnato alle due figlie del de cuius, valore che, com’è noto varia anche in funzione dell’età dell’usufruttuario) a ciascuno dei due nipoti.

Inoltre, come accennato, al coniuge superstite spetta per legge (e non per eredità), il diritto di abitazione nella casa familiare in cui ella risiedeva con il coniuge defunto. Il valore dell’immobile A attribuito alla massa ereditaria è dunque pari al valore commerciale dell’appartamento al netto del diritto di abitazione detenuto dal coniuge superstite che, com’è noto, varia anche in funzione dell’età di quest’ultimo.

Nell’ipotesi che nessuno fra i legittimari (coniuge superstite e le due figlie del de cuius) e nessuno dei creditori personali dei legittimari intendesse procedere per lesione della quota di legittima, allora la rinuncia all’usufrutto su metà dell’appartamento B da parte della figlia X condurrebbe all’estinzione dell’usufrutto e, dunque, i due nipoti (figli di Y) diverranno pieni proprietari per 1/4 ciascuno e nudi proprietari per 1/4 ciascuno. In pratica, in assenza di eccezioni da parte di un legittimario che si ritenesse leso dalla ripartizione testamentaria dell’eredità, conviene procedere come se la rinuncia all’usufrutto da parte della figlia X fosse esercitata ex articolo 1014 del codice civile, dopo l’attribuzione (e l’accettazione) testamentaria.

Conviene che la rinuncia all’usufrutto venga effettuata dopo la divisione ereditaria, altrimenti il nudo proprietario divenuto pieno proprietario in seguito alla rinuncia dell’usufrutto, dovrebbe corrispondere agli altri coeredi il valore della quota di usufrutto loro spettante.

18 Ottobre 2022 · Annapaola Ferri

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 218 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni » Come viene devoluta una quota di usufrutto dopo una rinunzia all’usufrutto attribuito per testamento ad uno dei coeredi?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.