Come scrivere un testamento olografo


Io e mia moglie siamo proprietari di un appartamento: abbiamo due figli di cui uno ha molti debiti dovuti alla chiusura di una azienda. Chi di noi due decede prima dovrà quindi lasciare la proprietà dello stesso al figlio non debitore e al coniuge superstite e il diritto di abitazione per il figlio debitore relativamente al 50 dell’immobile lasciato al figlio non debitore. Quale è la formula esatta per scrivere il testamento nel migliore dei modi?

Una volta chiarite le idee, la cosa migliore da fare, per raggiungere l’obiettivo, è quella di affidarsi all’assistenza di un notaio, oppure leggere una guida dettagliata sull’argomento, sfruttando le risorse del web, come questa.

Il problema è la chiarezza delle particolari disposizioni che il testatore intende inserire nel testamento olografo al fine di tutelare il figlio erede debitore dalle pretese dei suoi creditori: per il resto è sufficiente seguire le linee raccomandate dall’articolo 602 del Codice Civile, in base al quale il testamento olografo deve essere scritto per intero, datato e sottoscritto di mano del testatore.

La sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni indicando nome e cognome o designando con certezza la persona del testatore. La data deve contenere l’indicazione del giorno, mese e anno.

21 Giugno 2021 · Patrizio Oliva



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?