Come si determina il corrispettivo CMOR che il nuovo fornitore applica per compensare le morosità subite dal fornitore uscente


Quando viene applicato un cmor per una presunta bolletta impagata al vecchio gestore, l’importo da pagare può contenere anche le spese varie che si trovano in bolletta stessa, oppure il cmor puo’ riguardare solo i reali consumi?

Il CMOR (Corrispettivo per MORosità) è correlato alla media delle fatture non pagate degli ultimi 2 mesi di erogazione del servizio (di solito, ma non necessariamente, per una sola bolletta impagata).

Ai fini della determinazione del credito, l’importo del CMOR è pari alla media degli importi relativi di queste fatture non pagate, senza l’esigenza di scorporare la parte di tali fatture relativa agli specifici consumi degli ultimi due mesi (Delibera Cmor 593 2017/R/comma dell’ARERA).

Tuttavia, per le fatture non pagate che riguardano la somministrazione di energia elettrica a un cliente non esente, nel calcolo non verrà comunque computato il canone RAI incluso in bolletta.

5 Febbraio 2022 · Giovanni Napoletano



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Come si determina il corrispettivo CMOR che il nuovo fornitore applica per compensare le morosità subite dal fornitore uscente