Il cliente sorpreso senza scontrino rischia una multa?

Argomenti correlati:

Il mio salumiere di fiducia ha il vizietto di non rilasciarmi lo scontrino quando faccio acquisti presso il suo negozio: a me non interessa più di tanto, ma vorrei sapere cosa mi accadesse se venissi sottoposto ad un controllo da parte degli agenti della finanza.

Rischierei una multa?

Negozi, bar, ristoranti e tutti gli esercizi commerciali sono obbligati per legge ad emettere lo scontrino dopo il pagamento del cliente. E chiedere lo scontrino è un dovere di ogni cittadino: ma molto spesso, vuoi per timidezza vuoi per la fretta, i clienti preferiscono non chiedere lo scontrino cartaceo anche se la legge prevede l’obbligo di emissione.

Il commerciante che non emette scontrini e fatture rischia pesanti sanzioni in seguito ai controlli della Guardia di Finanza; ma cosa rischia, invece, chi acquista o consuma un prodotto senza richiedere lo scontrino?

Oggi c’è un diffuso disinteresse nel richiedere lo scontrino fiscale che pure è un dovere e un diritto del consumatore. Ma al di là dell’obbligo morale, la domanda che tutti si pongono è: il cliente che non lo richiede va incontro a multe o altre sanzioni?

A questo dubbio rispondiamo di no.

Infatti a partire dal 2003 il cliente è esonerato dalla multa in caso di mancata richiesta dello scontrino. Ciò vuol dire che l’acquirente non rischia alcunché.

Tuttavia precisiamo che richiedere lo scontrino fiscale non solo risponde ad un “obbligo sociale” ma in molti casi può rivelarsi molto utile per il cliente stesso: è il caso delle spese che possono essere detratte in dichiarazione dei redditi, ad esempio quelle legate all’acquisto di libri scolastici, farmaci, veterinario e così via.

In più ci sono i vantaggi a lungo termine: se l’economia gira con trasparenza e nei modi indicati dalla legge ne trarranno beneficio tutti, sia consumatori sia esercenti.

Le cose cambiano se è il commerciante a violare l’obbligo di emissione degli scontrini. Le ipotesi in cui rischia sono tre:

  • mancata emissione dello scontrino o ricevuta fiscale;
  • emissione di scontrini o ricevute con prezzo inferiore a quello effettivo;
  • omessa annotazione nell’apposito registro dei corrispettivi incassati in caso di mancato o irregolare funzionamento dell’apparecchio misuratore fiscale.

Nei casi sopra elencati la Guardia di Finanza ha il dovere di intervenire e procedere all’emissione delle sanzioni.

La non emissione degli scontrini è considerata a tutti gli effetti una evasione delle tasse e per questo si rischiano multe salata. Le sanzioni sono le seguenti:

  • sanzione pecuniaria pari al 100% dell’imposta corrispondente all’importo non documentato e mai inferiore a 500 euro;
  • sanzione pecuniaria da € 1.000,00 ad € 4.000,00 in caso di omessa installazione del misuratore fiscale (cassa);
  • sanzione pecuniaria da € 250,00 a € 2.000,00 in caso di omessa richiesta tempestiva di intervento per la manutenzione del misuratore fiscale.

Nel caso poi in cui si venga sorpresi per più di 4 volte, (numero relativo all’emissione dello scontrino), nell’arco di 5 anni a eludere il proprio obbligo scatta una sanzione accessoria che prevede la sospensione dell’attività che va da 3 giorni ad 1 mese e che rappresenta un grosso danno per l’esercente.

4 Settembre 2020 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Bonus mobilità - Per farsi rimborsare la bici basterà lo scontrino (occhio alle truffe)
Vorrei approfittare del bonus mobilità per acquistare una bella bicicletta e farmi restituire parte del contributo versato: vorrei sapere come evitare le truffe e soprattutto le modalità di rimborso. Potete aiutarmi? ...

Sorpreso alla guida sotto effetto di alcol con foglio rosa - Mi sospenderanno la patente in seguito?
Sono un cittadino tunisino con regolare permesso di soggiorno (vivo in italia da più di dieci anni): mi sono iscritto a scuola guida due mesi fa. Dopo aver passato brillantemente l'esame teorico, ogni tanto mi esercitavo con un mio amico, patentato, per le vie del mio quartiere. Una sera a cena ho alzato un po' troppo il gomito e ho deciso di farmi un giretto da solo, ma sempre nella zona dove abito. La sorte ha voluto che venissi fermato da una pattuglia dei carabinieri, che quindi mi ha trovato sia senza patente che con i valori alcolici di poco ...

Mi hanno fatto una multa senza il nominativo dei verbalizzanti - E' nulla?
Volevo un'informazione: la guardia di finanza mi ha fatto una multa con contestazione immediata per un'infrazione al codice della strada. I due agenti hanno firmato il verbale (firma illeggibile) ma non hanno indicato né nome né cognome nell'apposita sezione "i sottoscritti verbalizzanti". C'è solo in alto a sinistra il timbro del comandante della guardia di finanza, ma il comandante non era mica lì a farmi la multa. Credo che quel timbro sia messo su tutto il blocchetto dei verbali in generale. In pratica, facendo riferimento al verbale, io non so nemmeno chi mi ha fatto la multa visto che non ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Il cliente sorpreso senza scontrino rischia una multa?