Cittadina italiana con debito con banca Italiana ma residente in UK – Cosa succede se non pago più le rate di ammortamento del prestito?

Ho contratto un debito con una Banca in Italia a 24 anni per aiutare i miei genitori ed ho effettuato regolarmente i pagamenti sino ad ora. Si tratta di un prestito cui ultima rata prevista è Maggio 2024 (primo pagamento effettuato a Maggio 2015). Da un anno a questa parte risiedo in UK e nonostante lavori faccio fatica ad effettuare il bonifico su conto italiano per estinguere la rata.

Se non dovessi più effettuare i pagamenti quali potrebbero essere le conseguenze? Potrebbero rivalersi sul mio stipendio/conto corrente in UK? Sono nullatenente in Italia e sono iscritta all’Aire. Si tratta di circa 10 mila euro rimanenti.

Anche se nel frattempo c’è stata la Brexit, per cui, di qui a poco, un semplice titolo esecutivo europeo non risulterà valido in UK, la banca creditrice italiana potrà sempre trovare uno studio legale nel Regno Unito (o anche italiano che operi nel Regno Unito) per avviare la procedura esecutiva (come il pignoramento del conto corrente detenuto presso una banca inglese o dello stipendio) basata sul titolo esecutivo di diritto inglese e secondo le norme di procedura civile vigenti in UK.

Si tratta di una eventualità che sta nel novero delle cose, è che non può essere esclusa.

Ricordiamo che il titolo esecutivo europeo può essere richiesto, dal creditore procedente, al giudice che ha pronunciato la decisione giudiziaria (tipicamente, il decreto ingiuntivo, o la sentenza di condanna) in Italia: si tratta, in sostanza, di un certificato che accompagna una decisione giudiziaria nazionale passata in giudicato e ne consente l’esecuzione in un altro Stato membro dell’Unione Europea (a cui il Regno Unito, come ben sappiamo, apparterrà, almeno formalmente, per qualche tempo ancora).

18 Marzo 2020 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

ISEE universitario per studentessa cittadina italiana residente all'estero e iscritta all'AIRE quando il padre è cittadino residente in Italia
Sono una futura studentessa universitaria e dovrò presentare l'isee universitario: sono residente all'estero con mia madre (entrambe aire) ed abbiamo redditi unicamente in italia. Mio padre vive in italia ed i miei genitori non sono coniugati ma sono a carico irpef di entrambi. Posso fare la DSU o devo fare l'isee parificato? Grazie. ...

Accordo per debito Inail da rimborsare a rate - Non pago più da quattro mesi, cosa succede adesso?
Ho un debito residuo di circa mille euro con l'Inail, per una causa persa: l'Inail ha accettato un accordo per il pagamento di 50 euro al mese, di cui ho pagato 5 rate, ma che purtroppo ora per sopraggiunti altri pagamenti non riesco a pagare da 4 mesi. Secondo voi è possibile che l'Inail possa bloccarmi il conto corrente o il quinto dello stipendio anche per una piccola somma? Mi converrà chiedere loro una riduzione della rata mensile? ...

ISEE di cittadina italiana residente in Italia coniugata con cittadino straniero residente all'estero
Io sono italiana, residente in Italia, ma mio marito è inglese, con residenza in Inghilterra: tuttavia lavora in Italia con un contratto a tempo indeterminato. Per l'ISEE ai fini del pagamento della mensa scolastica di nostro figlio, ci hanno detto che lui non rientra, quindi non va inserito. Si tratta di un'informazione corretta? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cittadina italiana con debito con banca Italiana ma residente in UK – Cosa succede se non pago più le rate di ammortamento del prestito?