Cessione del credito e cartolarizzazione – La notifica al debitore

Argomenti correlati:

Se una finanziaria cede il credito in blocco o in altri casi cede solo il credito a società di recupero crediti, il debitore deve essere avvertito? Società Plusvalore gruppo Delta dal 2007 ad oggi ha ceduto il suo credito diverse senza mai darne comunicazione scritta al debitore, come devo comportarmi non ho mai dato il consenso al trattamento dei miei dati e alla mia privacy. Grazie

La cessione dei crediti può avvenire anche con notifica cumulativa ai debitori tramite avvisi pubblicati sui media o sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

Peraltro, in base all’articolo 1260 del codice civile il creditore può trasferire a titolo oneroso o gratuito il suo credito, anche senza il consenso del debitore.

Quindi il consiglio è di non eccepire questioni sulla cedibilità del credito, sulla notifica della cessione e sulla eventuale lesione della propria privacy, che viene chiamata in causa a sproposito, almeno a nostro parere.

11 Febbraio 2021 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

La notifica della cessione del credito e le implicazioni per il debitore
Come sappiamo il creditore C (tipicamente una banca o una finanziaria) che ha erogato il prestito al debitore D, può cedere il suo credito ad un soggetto terzo che indicheremo con T (tipicamente una società di recupero crediti). In un simile contesto, il creditore C viene indicato come creditore cedente, al soggetto T che acquisisce il credito ci si riferisce come creditore cessionario, mentre il debitore D è il debitore ceduto. Il prestito erogato dal creditore C al debitore D e poi ceduto al soggetto terzo T, si identifica con il termine di credito ceduto. In base a quanto disposto ...

Cessione crediti – La notifica al debitore
La cessione del credito, disciplinata dall'articolo 1260 del Codice Civile, è stata riformata dall'Autorità per la tutela della privacy mediante il provvedimento del 18 gennaio 2007. Più semplice è adesso la procedura di informativa da produrre in caso di cessione dei crediti. La funzione dell'informativa, in questo ambito, è di comunicare al debitore l'esistenza e l'identità di un nuovo titolare del trattamento (non più la società cedente, bensì la cessionaria). Il debitore, infatti, ha diritto ad essere informato dell'avvenuto trasferimento del credito per comprendere a quale soggetto deve corrisponderlo e quali operazioni in futuro saranno compiute sui propri dati. In ...

Cessione del credito » Il debitore ceduto deve essere informato del prezzo pagato dal creditore cessionario?
Un credito derivante dal mancato pagamento di una carta revolving è stato ceduto dalla società titolare di detto credito ad altra società che pertanto ha inviato una richiesta di pagamento. Ho letto che nella maggior parte dei casi i crediti insoluti vengono ceduti non per il loro valore nominale ma per importi forfetari e comunque assai inferiori alla somma originaria. Tutto questo senza che il debitore ceduto venga edotto in ordine al reale importo oggetto della cessione. In caso di azione giudiziaria (decreto ingiuntivo) la società cessionaria agisce per l'intero credito e non per la somma effettivamente pagata per la ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cessione del credito e cartolarizzazione – La notifica al debitore