Cessione di un credito estinto con un accordo transattivo liberatorio perfezionato con una finanziaria poi fallita

Argomenti correlati:

In data 01/02/06 prendo un finanziamento con Carifin Spa (ormai fallita) per l’acquisto di un franchaising: per varie vicissitudini legate alla società di Franchising che fallisce, smetto di pagare le rate e concordo con Carifin tramite i nostri legali che loro avrebbero rinunciato al recupero del credito e io rinunciavo a riavere le rate anticipate.
Ora che la Carifin è fallita il suo portafoglio crediti viene ceduto in continuazione da una società ad un’altra e ciclicamente ogni anno mi vedo arrivare raccomandate da varie banche che mi
chiedono di rientrare del finanziamento. Finanziamento che di fatto è stato estinto tramite accordo bilaterale con Carifin.
L’ultima banca è stata Banca IFIS alla quale ho girato la documentazione, la quale sostanzialmente mi risponde che prendono atto della cosa, che ne erano all’oscuro dell’accordo, e che chi gli ha ceduto il credito ha omesso di fornirgli tutta la documentazione.

Ora io vorrei capire, è possibile chiedere dei danni in quanto i miei dati stanno girando all’interno di un database dove di fatto io non dovrei essere?

E’ ravvisabile il reato di truffa nei confronti di chi ha ceduto il credito prima a cerved e poi a banca IFIS e magari poi ad altre società ancora?

Probabilmente non abbiamo compreso appieno la situazione riportata e per questo ci scusiamo in anticipo: a nostro parere CARFIN (in odore di fallimento) non poteva sottoscrivere accordi liberatori con i propri debitori danneggiando, così, i creditori di CARFIN stessa (un tale comportamento configurerebbe il reato di bancarotta fraudolenta con distrazione di risorse destinate ai creditori del soggetto in via di fallimento). Molto probabilmente, gli accordi liberatori sottoscritti (compreso il suo) saranno stati, su azione giudiziale promossa dal curatore fallimentare, sottoposti a revoca e i crediti vantati da CARFIN nei confronti dei propri debitori saranno stati riassegnati dalla curatela fallimentare, ai creditori della CARFIN fallita.

Per questo motivo, molto probabilmente, di tanto in tanto, si affacciano alla porta del debitore, i creditori cessionari del prestito originario (più correttamente del prestito originario al netto delle rate già pagate) erogato da CARFIN.

Se ne avrà certezza dopo l’approfondimento che sicuramente IFIS BANCA, società leader nel settore dei crediti deteriorati, porterà a termine dopo la documentazione fornita dal debitore.

A quanto risulta, i funzionari di IFIS BANCA sono molto professionali nella fase di due diligence, ovvero nella fase di esame della documentazione relativa al credito NPL (Not Performing Loans) da acquistare.

Semmai, dopo il feedback di IFIS Banca, si potrà riaffrontare il discorso di risarcimento danni per le continue pretese di un credito presuntivamente estinto, anche considerando che richiedere il rimborso di un credito estinto potrebbe configurare, addirittura, il reato di estorsione.

16 Febbraio 2022 · Marzia Ciunfrini



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cessione di un credito estinto con un accordo transattivo liberatorio perfezionato con una finanziaria poi fallita