Casa cointestata ai genitori – In caso di morte del padre quale quota si trasferisce al figlio unico?

Argomenti correlati:

Risiedo all’estero con i miei genitori (figlio unico): mio padre è deceduto e possedeva una casa in Italia cointestata con mia madre. Per riempire la dichiarazione fiscale, vorrei sapere se per la successione ho diritto alla metà o se la casa resta piena proprietà di mia madre.

La metà dell’immobile caduto in successione si divide al 50% fra il coniuge superstite ed il figlio unico del defunto: in sintesi, dopo la divisione, 3/4 della casa sarà di proprietà del coniuge superstite e 1/4 del figlio unico.

Tuttavia la madre, convivente con il coniuge al momento del decesso nella casa in comproprietà, beneficia del diritto di abitazione vita natural durante (articolo 540 del Codice Civile) in qualità di coniuge superstite: per questo motivo, ai fini della dichiarazione dei redditi, il nudo proprietario anche di una quota, nulla dovrà indicare. Infatti, in caso di usufrutto o altro diritto reale (ad esempio uso o abitazione) il titolare della sola “nuda proprietà” non deve dichiarare il fabbricato.

8 Giugno 2020 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Diritto di abitazione » Alla morte del padre la madre comproprietaria può far cacciare di casa il figlio che non contribuisce alle spese
Diritto di abitazione: morto il padre, la madre comproprietaria può far cacciare di casa la figlia che non contribuisce alle spese. In questi casi scatta, infatti, l'ordine di rilascio dell'immobile: se è intollerabile la convivenza, il diritto del coniuge superstite prevale sul compossesso della figlia che ha già redditi propri. Deve, infatti, ritenersi che il coniuge comproprietario dell'immobile, già in regime di comunione legale dei beni con il de cuius, in ragione della maggior quota e soprattutto nella sua veste di titolare del diritto di abitazione ex articolo 540, secondo comma, e dell'uso dei mobili che l'arredano, possa ottenere ex ...

Padre con figlio debitore - Come possono essere salvati i beni che questo figlio dovrà avere alla morte del padre?
Famiglia di 5 persone, madre, padre e 3 figli: uno dei tre figli ha debiti con banche finanziarie ed enti di riscossione. a sua volta questo soggetto indebitato ha tre figli che sono ovviamente i nipoti di suo padre. Può il padre donare i suoi bene ai tre nipoti o i creditori del figlio possono impugnare la donazione? Come possono essere salvati i beni che questo figlio dovrà avere alla morte del padre? ...

Possono impugnare il testamento fratelli, sorelle e nipoti del genitore che nomina erede universale l'unico figlio?
Vorrei sapere se, essendo figlia unica erede legittimaria, nessuno dei parenti laterali può agire contro di me, alla morte di mia madre vedova, impugnare il testamento in cui mi nomina erede universale. Il notaio dice che nessuno ha voce in capitolo, zii e cugini non contano niente. Io ho paura perché sono in brutti rapporti con mio cugino, figlio del fratello di mia madre che voleva una parte, ma mia mamma non gli darebbe niente e non vorrei che un giorno si inventasse che potrei aver influenzato mia madre. Il notaio dice che lui non può aprire bocca, non conta ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Casa cointestata ai genitori – In caso di morte del padre quale quota si trasferisce al figlio unico?