Carta di credito prepagata – Come è possibile che dall’estratto conto risulti un saldo negativo?

A seguito acquisto di un prodotto online a metà settembre, con emissione di ricevuta del buon fine dal negozio (pertanto la somma da pagare era regolarmente sulla carta), e consegna del prodotto acquistato dopo quattro giorni, data 07 ottobre effettuando un controllo saldo riscontro uno sconfinamento sulla carta di credito prepagata pari alla somma dell’acquisto effettuato online. La valuta riporta la data dell’acquisto con orario sbagliato. L’ente emettitore della carta non è riuscito a spiegare l’evento, affermando che, comunque, la mia operazione è stata regolare. Pertanto non riesco a trovare una soluzione né mi viene posta dall’emettitore della carta. Chiedo se siano stati riscontrati altri casi e come comportarsi.

Deve presentare un reclamo scritto (da inviare con raccomandata AR) all’ente emettitore della carta, lamentando quanto è accaduto e pretendendo di motivare, nero su bianco, lo sconfinamento.

Decorsi trenta giorni dalla data in cui il reclamo risulta essere pervenuto al destinatario, in assenza di risposta soddisfacente, potrà adire l’Arbitro Bancario Finanziario (ABF).

Il ricorso si può presentare online, costa solo 20 euro per diritti di segreteria (che verranno rimborsati al proponente in caso di accoglimento del ricorso), non è necessaria l’assistenza legale e consiste nell’invio di una memoria che descriva quanto accaduto (per capirci, qualche riga in più di quanto non abbia fatto qui, tralasciando riverberi emozionali e chiarendo per bene la portata della richiesta all’emettitore) con allegazione di copia degli estratti conto al momento dell’acquisto che ha determinato lo sconfinamento successivo.

In caso di errore conclamato nella tempistica di registrazione dei dati di estratto conto (o nella loro sincronizzazione) e persistendo l’atteggiamento di chiusura della controparte ad ogni bonaria e ragionevole composizione del contenzioso si potrà, ad esempio, chiedere all’ABF di imporre la riattivazione immediata della prepagata, con azzeramento dello scoperto anomalo e il rimborso della somma in rosso (qualora effettivamente dovuta) attraverso rate mensili di importo sostenibile in rapporto al reddito del titolare della carta.

Per presentare ricorso all’ABF può consultare questa guida.

13 Ottobre 2020 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Spostare soldi su carta prepagata per evitare pignoramento conto - Possibile?
Ho diversi problemi: pagamenti arretrati per Contributi inps, Iva, canone rai, tasse rifiuti ed anche altro, insomma un vero casino. La mia paura più recondita è che mi venga pignorato il conto corrente con quei pochi euro che mi servono per vivere. Dunque, avevo pensato di mettere la somma residua su una carta prepagata di cui sono titolare. Il dubbio, però, è che anche quella possa essere soggetta a pignoramento. Cosa mi consigliate di fare? ...

Pignoramento carta credito prepagata con iban
Ho attivato una nuova carta di credito prepagata ricaricabile con IBAN, con l'unico scopo di ricevere dall'azienda per cui lavoravo un bonifico di circa 15 mila euro ottenuto in sede legale come indennità di licenziamento. La carta quindi è vergine da ogni tipo di operazione. Vorrei sapere se creditori ed Equitalia potrebbero pignorarmi in parte od in toto questa somma. ...

Carta di credito prepagata – una soluzione percorribile per chi ha subito un protesto
La carta prepagata è uno strumento rilasciato a fronte di un versamento anticipato di fondi effettuato all'emittente. Essa incorpora il potere d'acquisto pagato in via anticipata dal titolare della carta e viene emessa da banche, nel caso in cui la carta sia spendibile presso una molteplicità di esercenti (carta a spendibilità generalizzata), ovvero direttamente da fornitori di beni e servizi (es. pedaggi autostradali, servizi di telefonia); in questo ultimo caso, la carta può essere utilizzata esclusivamente per il pagamento di acquisti effettuati presso lo stesso emittente (carta fidelity o monouso). Per il rilascio della carta prepagata non è necessaria la ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Carta di credito prepagata – Come è possibile che dall’estratto conto risulti un saldo negativo?