Caro energia – Quali i consigli per abbassare i costi in bolletta?

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!



Mi sarebbe utile qualche consiglio, visto ormai il costo dell’energia arrivato alle stelle, per poter risparmiare a fine mese qualcosa in bolletta e campare meglio.

Suggerimenti?

Non possiamo sapere se l’Europa riuscirà davvero a mettere un tetto al prezzo del gas, né dove verrà fissata l’asticella: c’è però qualcosa che possiamo fare per abbassare il costo delle nostre bollette, in totale autonomia e senza aspettare provvedimenti dall’alto.

Tante piccole azioni e, in alcuni casi, la rinuncia a qualche comfort. Ma quale, di preciso?

È l’Enea, l’agenzia nazionale che si occupa (anche) di energia a spiegarlo, attraverso vademecum periodici e un documento presentato lo scorso luglio.

Che sia estate o inverno, rinunciare a un po’ di fresco o di calore aiuta a contenere i costi. Nei mesi caldi, per stare bene in casa o in ufficio non è necessario impostare il condizionatore su 20 gradi, con 3 o 4 in meno rispetto alla temperatura esterna si sta già bene.

Così anche nei mesi freddi: abbassare il termostato da 20 a 19 gradi consente di risparmiare 110 euro l’anno cui se ne aggiungono 37 rinunciando a un’ora di riscaldamento al giorno.

Ma secondo i calcoli di Enea è sotto la doccia che possiamo davvero fare la differenza. Se ci abituassimo a farla più corta (da 7 a 5 minuti) e meno bollente (tre gradi in meno), riusciremmo a tagliare la bolletta di 252 euro l’anno.

Anche in cucina c’è modo di limare i costi: ad esempio spegnendo il forno elettrico dieci minuti prima della cottura.

Un forno ben isolato infatti mantiene la temperatura e continua comunque a cuocere le pietanze, consentendoci di tenere in tasca 14 euro l’anno; quando cuociamo la pasta, basta abbassare la fiamma non appena l’acqua bolle per risparmiare il 25% del gas che normalmente utilizziamo per questo scopo, pari a 9 euro l’anno.

Il caro-energia può essere anche l’occasione per modificare cattive abitudini radicate.

Ad esempio buttare tra i panni sporchi una maglia che potremmo indossare un giorno in più, o bere un bicchiere d’acqua e metterlo subito in lavastoviglie.

Secondo i calcoli di Enea, passando da una lavatrice al giorno a una ogni due potremmo ridurre la bolletta annua di 52 euro; sono invece 75 gli euro risparmiati azionando la lavastoviglie una volta anziché due ogni giorno.

Al di là dei piccoli gesti quotidiani, ci sono altri modi per abbassare i consumi in modo più strutturale alzando il livello tecnologico di elettrodomestici e dispositivi.

Facciamo qualche esempio: una moderna caldaia a condensazione consuma meno gas, oppure si può direttamente sostituire la caldaia a gas con le pompe di calore alimentate da energia elettrica.

In quest’ultimo caso il risparmio sarebbe di oltre 400 euro l’anno. Anche sostituire i vecchi elettrodomestici con modelli più performanti è una buona idea, ad esempio passare da un frigorifero di classe G a uno di classe A toglie 84 euro dalla bolletta.

1 Settembre 2022 · Gennaro Andele



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Caro energia – Quali i consigli per abbassare i costi in bolletta?





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!