Capacità di una banca di visualizzare dati registrati da oltre 36 mesi nella centrale rischi CR della Banca d’italia

Argomenti correlati:

In caso di richiesta di mutuo, puo una banca erogante visualizzare/controllare in banca di italia i rapporti negativi oltre i 36 mesi se questi non sono stati aggiornati e sanati 36 mesi prima? Puo andare oltre in qualche modo?

La gestione/cancellazione degli inadempimenti nella Centrale Rischi della Banca d’Italia funziona in modo diverso da quanto avviene nei Sistemi di Informazione Creditizia (SIC) privati: ogni mese la segnalazione dell’inadempimento viene aggiornata, sicchè una posizione non sanata rientra, evidentemente, nella finestra temporale mobile degli ultimi 36 mesi.

L’aggiornamento periodico, mensile, della iniziale segnalazione cessa esclusivamente al verificarsi di una delle seguenti condizioni:

  1. regolarizzazione integrale del debito o se, effettuata con accordo a saldo stralcio, con contestuale rinuncia del creditore all’importo residuo dovuto, ex articolo 1236 del codice civile;
  2. cessione del credito rimasto inadempiuto e iscrizione a bilancio della perdita accusata come differenza fra il capitale residuo ed il ricavato della cessione.

Dalla data di regolarizzazione, integrale o parziale con rinuncia, o dalla data di cessione del credito decorrono poi i 36 mesi in cui la posizione resta visibile in CR Bankitalia prima della automatica cancellazione.

11 Gennaio 2020 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Prestito con ritardi nel pagamento delle rate e segnalazione del creditore nella CRIF - Potrebbero risultare dati negativi censiti anche nella Centrale Rischi della Banca D'Italia?
Tempo addietro ho fatto da garante, poi ho scoperto in realtà coobbligato, ad un'amica per le rate di un'automobile dal Gennaio 2011 al febbraio 2017. Dopo diverse chiamate della finanziaria intorno a settembre del 2017 nonostante le rassicurazioni della mia amica faccio visura in CRIF dettagliata. Prestito estinto ma sofferenza di 271 euro (una rata vecchia). Nel giro di qualche giorno faccio in modo che venga saldata e me ne accerto. E veniamo ad oggi, mi trovo a dover richiedere un mutuo e faccio nuova visura dettagliata al CRIF, il prestito non solo risulta saldato ma risulta come se non ...

Centrale rischi banca d'italia - Scaduti 36 mesi dall'ultimo aggiornamento della posizione debitoria a chi va richiesta la cancellazione?
Se la segnalazione è relativa a un finanziamento ceduto a società terze, il dato non può essere aggiornato. Scaduti 36 mesi dall'ultimo aggiornamento a chi va richiesta la cancellazione? A Banca d'Italia? Si può? Chi deve cancellare? ...

Segnalazione censita nella Centrale Rischi (CR) della Banca d'Italia - Nulla, invece, risulta nella Centrale Rischi degli Intermediari Finanziari (CRIF)
Sul mio conto in CR risultano due SOFFERENZE: una relativa ad un prestito con una banca: l'altra relativa ad un leasing inizialmente stipulato con la NEOS, ed ora presente in CR come MEDIOCREDITO ITALIANO. Sul CRIF invece, nulla risulta. Poiché mi accingo a chiudere le due posizioni mediante accordo trasattivo a saldo e stralcio, rischio che la segnalazione "di chiusura" venga inviata anche al CRIF? Per quale motivo nulla risulta sul CRIF? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Capacità di una banca di visualizzare dati registrati da oltre 36 mesi nella centrale rischi CR della Banca d’italia