Cambio di residenza del debitore e probabile pignoramento incombente


Argomenti correlati:

Mia sorella ha fatto la residenza a mia insaputa nella mia casa: ho fatto l’errore di accettare una raccomandata a suo nome, scoprendo cosi la residenza, che la informava che entro 10 giorni doveva pagare un’ingente somma. Ora io temo possa venire qualcuno a pignorare a casa mia visto che mia sorella non credo sistemerà la cosa.

Basta che lei provveda a togliere la residenza da casa mia per stare tranquillo? O dovrebbe anche dichiarare di non averci mai abitato, come affettivamente è, e incorrendo quindi in un reato come credo?

Come dovrei muovermi? Andare in comune e denunciare che quella residenza è falsa? E per la raccomandata? penso ormai l’errore sia fatto

Se si va ad abitare presso un’unità abitativa dove già risiede un’altra famiglia anagrafica, occorre che l’intestatario dello stato di famiglia residente (ovvero la persona che compare per prima nello stato di famiglia) confermi l’assenza/presenza di rapporto di parentela e/o affettivo esistente con il richiedente il trasferimento di residenza. Infatti, i domiciliati nella stessa abitazione con vincoli di parentela saranno automaticamente inseriti nello stesso stato di famiglia. Se, invece, non esistono vincoli di parentela e/o affettivi, si può richiedere di essere iscritti in un proprio stato di famiglia.

Evidentemente, sua sorella ha falsificato la sottoscrizione della dichiarazione di assenso della famiglia anagrafica già residente nell’abitazione, allegando anche la fotocopia (eventualmente procurata in modo illecito) del documento di riconoscimento, in corso di validità, del dichiarante.

L’intestatario dello stato di famiglia (cioè la persona che compare per prima nello stato di famiglia) può, comunque, chiedere agli uffici anagrafici la cancellazione di un qualsiasi componente incluso nello stato di famiglia per irreperibilità (in pratica, dichiarando che quella persona non abita più all’indirizzo di residenza dell’intestatario dello stato di famiglia).

Per quanto riguarda la raccomandata, il componente della medesima famiglia anagrafica del destinatario assente deve prenderla in consegna comunque, altrimenti si verifica un rifiuto e la notifica si perfeziona ugualmente.

19 Luglio 2019 · Roberto Petrella



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cambio di residenza del debitore e probabile pignoramento incombente