Bracciante agricolo a tempo determinato – Possono pignorarmi lo stipendio?


Argomenti correlati:

Sono stato assunto a gennaio 2021 presso un azienda agricola a tempo determinato di 51 giornate fino a dicembre, eventualmente rinnovabile (ho già fatto una trentina di giorni, facile che mi metterá 100/150 giorni annui dipende dalle giornate lavorative che faccio). La busta paga è sui 700/800 euro mensili. Veniamo al dunque: ho un debito con Compass di seimila euro poi passato a Banca IFIS. Possono pignorarmi lo stipendio? Mi conviene fare un piano di rientro? Grazie mille

Non è detto che il creditore (Banca IFIS) procederà necessariamente al pignoramento dello stipendio: per ora al creditore risulta un contratto a termine di 51 giornate lavorative (non può evidentemente sapere del probabile prolungamento) e 51 giornate corrispondono più o meno a due mesi e mezzo.

Dunque, al momento, il creditore dovrà valutare se, come si dice, la spesa vale l’impresa: Banca IFIS rischia di avviare la procedura di pignoramento, sostenendo la spesa, per racimolare solo il 20% dello stipendio di un mese o, addirittura, di una frazione del mese.

Tuttavia, se desidera restare tranquillo per il futuro, conviene sicuramente trovare una soluzione di composizione del contenzioso a saldo stralcio: Banca IFIS di solito non dimentica i propri debitori.

11 Aprile 2021 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bracciante agricolo a tempo determinato – Possono pignorarmi lo stipendio?