La rinuncia agli studi universitari comporta la restituzione dei benefici eventualmente fruiti negli anni precedenti?

Argomenti correlati:

Sono una studentessa dell’università di Parma, al terzo anno: il primo anno ho percepito una borsa di studio e l’ho ottenuta avendo raggiunto i crediti. Nei successivi anni non ho richiesto nessun altra borsa, ora sto pensando alla rinuncia degli studi per motivi di salute: se faccio la rinuncia devo restituire la borsa di studio?

La presentazione della domanda di rinuncia agli studi comporta l’obbligo di pagamento delle rate contributive già scadute relative all’anno accademico in corso (se effettuata dopo il 15 novembre dell’anno precedente). E’ inoltre richiesto il saldo delle rate a debito, inclusi i contributi aggiuntivi dei pagamenti oltre i termini, relativi agli anni accademici precedenti.

Naturalmente, con la rinuncia agli studi si decade da tutti i benefici riguardanti tasse e contributi (borsa di studio Er-Go, rateizzazione, eccetera). Tuttavia, l’accoglimento della domanda di rinuncia non comporta la restituzione dei benefici eventualmente fruiti negli anni precedenti.

9 Luglio 2020 · Annapaola Ferri

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni da blog e forum

Dove mi trovo?