Bolletta elettrica salata? – Ecco come risparmiare in cucina


Sono una casalinga e passo molte ore in cucina ed ai fornelli, consumando molta energia elettrica: ne conseguono bollette salatissime a fine mese.

Qualche consiglio per risparmiare?

La cucina è uno degli ambienti domestici con i consumi energetici più alti: il problema è la grande quantità di elettrodomestici presenti al suo interno, poiché, infatti, è il regno di lavastoviglie, fornelli, forno tradizionale e microonde.

Tutti marchingegni che consumano tantissima energia, anche se utilizzati una volta ogni tanto.

Spesso è proprio la cucina e il suo equipaggiamento a pesare sulla bolletta finale.

Allora, ecco come non sprecare energia e risparmiare sulla bolletta usando gli elettrodomestici della cucina. Vedremo come si riducono i consumi e si ottimizza l’uso degli apparecchi elettrici con intelligenza.

Il primo consiglio è acquistare prodotti di ottima qualità.

È fondamentale per risparmiare e non avere prodotti vecchi, privi di risparmio energetico o programmi ecologici.

Scegliere di spendere un po’ di più per l’acquisto di elettrodomestici efficienti di classe A+++ ci farà risparmiare per anni.

È vero anche che un cattivo uso anche di un ottimo elettrodomestico è la causa di bollette alte. Ecco, quindi, come possiamo risolvere il problema in poche mosse.

Come non sprecare energia e risparmiare sulla bolletta usando gli elettrodomestici della cucina
Risparmiare quando si usa il forno sembra un’impresa impossibile.

Sicuramente l’acquisto di un forno ventilato consente una distribuzione più uniforme dell’aria.

Di conseguenza i piatti cuoceranno più in fretta e in modo uniforme. Una cattiva abitudine che molti hanno è quella di aprire più volte lo sportello per controllare la cottura.

Questo banale gesto fa perdere calore e quindi aumenta il tempo di cottura. Sconcertante che l’uso del grill per pochi minuti consumi più di 1200 W. Per finire, è una buona idea spegnere il forno qualche minuto prima, così da sfruttare il calore interno.

Il miglior modo per sfruttare la lavastoviglie è utilizzare opzioni a bassa temperatura.

Inoltre, la macchina dovrà essere sempre piena. I mezzi carichi, nonostante i programmi dedicati, fanno sprecare tantissima energia.

Stessa cosa accade con prelavaggio e asciugatura automatica. Per quanto riguarda la manutenzione, per un funzionamento ottimale è bene controllare i filtri spesso.

Parliamo dell’elettrodomestico che rimane costantemente acceso. Si tratta del frigorifero i cui consumi sono pari a circa il 60% della bolletta. Il primo errore è posizionarlo vicino al forno o a un’altra fonte di calore (anche i raggi del sole).

È così che il frigorifero si surriscalda e perde di prestazione.

Stessa cosa quando è appoggiato direttamente su pareti o altri mobili.

È la controindicazione dell’incasso che genera surriscaldamento. Un regola importante è quella dei cibi caldi.

Quando ne introduciamo nel frigorifero, chiaramente la temperatura si alza con maggiori sforzi energetici della macchina. Terminiamo parlando dei fornelli a gas.

È importantissimo cuocere i cibi evitando dispersioni. Quindi è bene usare sempre un coperchio per le pentole per velocizzare la cottura.

5 Settembre 2021 · Giovanni Napoletano



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bolletta elettrica salata? – Ecco come risparmiare in cucina