Se donassi casa a mio figlio e Agenzia delle Entrate esercitasse azione revocatoria potrei perdere il diritto all’impignorabilità?

Sono in attesa di un accertamento (non ancora pervenuto) per delle omesse dichiarazioni dei redditi: se donassi la casa a mio figlio (prima casa per entrambi) ci sarebbe il rischio di perdere il diritto di impignorabilità (prima casa) nel caso in cui l’Agenzia delle Entrate dovesse esercitare l’azione revocatoria?

Con l’azione revocatoria l’Agenzia delle Entrate otterrebbe dal giudice la dichiarazione di inefficacia nei suoi confronti dell’atto di donazione: in pratica, potrebbe iscrivere ipoteca sulla casa di proprietà di suo figlio (che resterebbe di proprietà di suo figlio) nel caso in cui emergesse un credito da far valere nei confronti del donante.

Il codice civile e le leggi speciali (DPR 600/1973), almeno attualmente, non prevedono “azioni di rappresaglia e/o punitive” a carico del debitore esattoriale che ha portato a termine disposizioni patrimoniali finalizzate ad arrecare pregiudizio alla riscossione coattiva del concessionario della riscossione.

E, inoltre, come abbiamo già evidenziato, la casa donata resterebbe comunque nella proprietà del donatario il quale non potrebbe essere espropriato, a causa del vincolo ipotecario, se non possiede altri immobili e se nella casa, ricevuta in dono, vi risiede.

14 Gennaio 2018 · Lilla De Angelis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Contenzioso con Agenzia delle entrate, possibile debito futuro sancito per sentenza e rinuncia ad azione di riduzione delle disposizioni testamentarie per il ripristino della propria quota di legittima
Ho alcuni contenziosi tributari in corso con l'Agenzia delle Entrate, attualmente in Cassazione (ho vinto il secondo grado di tutti i contenziosi). Recentemente è mancato mio marito che ha lasciato un testamento olografo nominando mio figlio erede universale (io e mio figlio siamo gli unici 2 eredi). Sono d'accordo con la volontà espressa da mio marito, quindi ho redatto un atto dal notaio in cui dichiaro di rinunciare a qualsiasi pretesa e/o azione nei confronti di mio figlio (avrei infatti avuto diritto come legittima ad 1/3 dell'eredità). Mio marito non ha lasciato alcun debito e neanche mio figlio ha debiti. ...

Azione revocatoria intrapresa dall'Agenzia delle Entrate in seguito ad accertamento irpef
Nell'azione revocatoria intrapresa dall'agenzia delle entrate per accertamento irpef non pagato, l'eventus danni ovvero la lesione patrimoniale va valutata al periodo di imposta 2011 cui si riferisce, oppure alla data della notifica dell'accertamento e della notifica della cartella esattoriale del 2015. Sempre in tema di revocatoria ho letto che possono inserirsi nel giudizio altri creditori con interventi adesivi, ove ciò fosse possibile gli adesivi devono intervenire entro la prescrizione dei cinque anni oppure possono intervenire anche oltre la prescrizione? ...

Prima casa, comprese le pertinenze, impignorabile da Agenzia delle Entrate Riscossione - Ma il debitore vi deve risiedere anagraficamente - L'Agenzia delle Entrate Riscossione potrà iscrivere ipoteca?
Mio papa è deceduto e mi ha lasciato la casa: ho debiti con l'agenzia delle entrate, essendo questa la mia prima casa, dovrebbe essere impignorabile. Domanda: la casa ha anche un garage esterno e un po' di giardino. Questo significa che fanno parte della prima casa o sono mi ritrovo con altri immobili (in questo caso cade il discorso dell'impignorabilità)? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Se donassi casa a mio figlio e Agenzia delle Entrate esercitasse azione revocatoria potrei perdere il diritto all’impignorabilità?