Avviso di intimazione dopo oltre 5 anni per una cartella esattoriale parzialmente pagata – Il debito è prescritto?





Prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti, prescrizione e decadenza della cartella esattoriale originata da multa





Oggi, 10 gennaio 2018, ricevo un avviso di intimazione relativo ad una cartella, notificata il 14/12/2012, relativa al mancato pagamento della tassa sui rifiuti dell’anno 2011.

Preciso che l’importo dell’avviso odierno riguarda solo gli interessi di mora della cartella del 2012, a suo tempo pagata il 61°giorno dopo la notifica (con un solo giorno di ritardo). Fino a stamattina nessun’altra notifica o avviso.

Mi chiedo se alla data del 10/01/2018 non sia andata in prescrizione la cartella notificata il 14/12/2012! In questo caso, l’avviso di intimazione relativo agli interessi di mora è nullo? Come posso far cancellare il debito?

Secondo l’articolo 1, comma 161 della legge 296/2006 Gli enti locali, relativamente ai tributi di propria competenza, procedono alla rettifica delle dichiarazioni incomplete o infedeli o dei parziali o ritardati versamenti, nonchè all’accertamento d’ufficio delle omesse dichiarazioni o degli omessi versamenti, notificando al contribuente, anche a mezzo posta con raccomandata con avviso di ricevimento, un apposito avviso motivato. Gli avvisi di accertamento in rettifica e d’ufficio devono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati.

Ora, la pretesa per gli interessi di mora relativi al ritardato versamento della cartella esattoriale del 2012 doveva essere notificata entro il 31 dicembre 2017.

Nel nostro ordinamento vige il principio generale secondo il quale, qualunque sia la modalità di trasmissione, la notifica di un atto si intende perfezionata, per il notificante (in quanto al rispetto dei termini di prescrizione e decadenza della pretesa) nella data di consegna dell’atto all’agente notificatore o alle poste; per il destinatario (per quel che attiene la decorrenza dei termini di impugnazione della pretesa o di pagamento) nella data di ricevimento dell’atto attestata dall’avviso di ricevimento, o dopo i dieci giorni di giacenza previsti in caso di temporanea irreperibilità del destinatario.

Se la data di consegna alle poste dell’avviso di intimazione per la notifica al destinatario è antecedente al primo gennaio 2018, la pretesa non è prescritta, indipendentemente dalla circostanza che, poi, l’avviso di intimazione sia stato consegnato al destinatario ben oltre il primo gennaio 2018.

11 Gennaio 2018 · Carla Benvenuto


Se il post ti è sembrato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Se il post ti è sembrato interessante, condividilo con Whatsapp

condividi su Whatapp

    

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse » Avviso di intimazione dopo oltre 5 anni per una cartella esattoriale parzialmente pagata – Il debito è prescritto?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.