Avviso di intimazione dopo oltre 5 anni per una cartella esattoriale parzialmente pagata – Il debito è prescritto?

Oggi, 10 gennaio 2018, ricevo un avviso di intimazione relativo ad una cartella, notificata il 14/12/2012, relativa al mancato pagamento della tassa sui rifiuti dell’anno 2011.

Preciso che l’importo dell’avviso odierno riguarda solo gli interessi di mora della cartella del 2012, a suo tempo pagata il 61°giorno dopo la notifica (con un solo giorno di ritardo). Fino a stamattina nessun’altra notifica o avviso.

Mi chiedo se alla data del 10/01/2018 non sia andata in prescrizione la cartella notificata il 14/12/2012! In questo caso, l’avviso di intimazione relativo agli interessi di mora è nullo? Come posso far cancellare il debito?

Secondo l’articolo 1, comma 161 della legge 296/2006 Gli enti locali, relativamente ai tributi di propria competenza, procedono alla rettifica delle dichiarazioni incomplete o infedeli o dei parziali o ritardati versamenti, nonchè all’accertamento d’ufficio delle omesse dichiarazioni o degli omessi versamenti, notificando al contribuente, anche a mezzo posta con raccomandata con avviso di ricevimento, un apposito avviso motivato. Gli avvisi di accertamento in rettifica e d’ufficio devono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati.

Ora, la pretesa per gli interessi di mora relativi al ritardato versamento della cartella esattoriale del 2012 doveva essere notificata entro il 31 dicembre 2017.

Nel nostro ordinamento vige il principio generale secondo il quale, qualunque sia la modalità di trasmissione, la notifica di un atto si intende perfezionata, per il notificante (in quanto al rispetto dei termini di prescrizione e decadenza della pretesa) nella data di consegna dell’atto all’agente notificatore o alle poste; per il destinatario (per quel che attiene la decorrenza dei termini di impugnazione della pretesa o di pagamento) nella data di ricevimento dell’atto attestata dall’avviso di ricevimento, o dopo i dieci giorni di giacenza previsti in caso di temporanea irreperibilità del destinatario.

Se la data di consegna alle poste dell’avviso di intimazione per la notifica al destinatario è antecedente al primo gennaio 2018, la pretesa non è prescritta, indipendentemente dalla circostanza che, poi, l’avviso di intimazione sia stato consegnato al destinatario ben oltre il primo gennaio 2018.

11 Gennaio 2018 · Carla Benvenuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Avviso di intimazione al pagamento di una cartella esattoriale per debiti INPS, IRPEF e multe
Chiedo, cortesemente, consigli per intimazione di pagamento riassuntiva di cartelle notificate a mio marito, in vari anni dal 2000 al 2014, notificata il 21 ottobre 2015 per un importo di € 175 mila relativa a contributi inps, irpef, multe. Nell'elenco delle cartelle evidenziate da Equitalia con l'allegato prospetto delle cartelle notificate e, che peraltro ho, vi è anche una di € 80 mila notificata nel 24 aprile 2008 e relativa a contributi inerenti gli anni 1992 e 1993 non versati dalla ditta di mio marito, cessata nel 1993. Altre cartelle elencate e consistenti sono del periodo 2001 (cartella notificata il ...

Avviso di Intimazione al pagamento per cartella esattoriale notificata più di dieci anni fa
Oggi ho ricevuto la notifica di intimazione al pagamento per una cartella notificata il 28 aprile 2009: cosa posso fare? Non sono scaduti i termini? ...

Prescritto il credito esattoriale preteso con avviso di intimazione al pagamento inviato al debitore dopo cinque anni dalla notifica della cartella esattoriale
Il principio, di carattere generale, secondo cui la scadenza del termine perentorio sancito per opporsi o impugnare un atto di riscossione mediante ruolo, o comunque di riscossione coattiva, produce soltanto l'effetto sostanziale della irrevocabilità del credito, ma non anche la cosiddetta conversione del termine di prescrizione breve, eventualmente previsto, in quello ordinario decennale. Tale principio si applica con riguardo a tutti gli atti di riscossione mediante ruolo o comunque di riscossione coattiva di crediti degli enti previdenziali, ovvero di crediti relativi ad entrate dello Stato, tributarie ed extratributarie, nonché di crediti delle Regioni, delle Province, dei Comuni e degli altri ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Avviso di intimazione dopo oltre 5 anni per una cartella esattoriale parzialmente pagata – Il debito è prescritto?