Un’auto incidentata può sempre circolare?

Argomenti correlati:

Possedevo un’autovettura con cui ho avuto un sinistro abbastanza importante: la macchina cammina ancora a livello di motore ma presenta gravi danni.

Può circolare?

Sei stato protagonista di un incidente stradale con danni alla tua vettura e adesso vuoi sapere se, questioni assicurative a parte, la tua auto può liberamente circolare: la risposta non è così semplice e immediata e occorre tenere conto di una serie di particolarità.

Alcune delle quali sono specificatamente indicate nel Codice della strada.

Già a livello intuitivo è facile capire come un conto sia un lieve tamponamento che non ha avuto ripercussioni sulle componenti meccaniche dell’auto e un altro è un frontale con un’altra vettura che rende incerto il corretto funzionamento del veicolo.

Sono quindi due gli aspetti a cui prestare la massima attenzione. Il primo è quello strettamente assicurativo perché in caso di attivazione della Rc auto, i periti sono chiamati a effettuare tutti i rilievi del caso per il calcolo del risarcimento sia nel caso in cui siamo stati noi a provocarlo e sia se siamo stati “vittime”. Il secondo dettaglio da non trascurare è quello delle reali condizioni della vettura.

Anzi, come come vedremo in questo articolo, il Codice della strada fa riferimento ad alcuni aspetti ben precisi che non possono presentare mancanze ovvero devono essere perfettamente funzionanti. Per la riparazione è possibile procedere con il fai-da-te quando è possibile, ad esempio per la sostituzione di uno pneumatico o per la riparazione di uno specchietto (a meno che i danni siano più gravi).

Altrimenti in base alla riparazione necessaria è possibile alternativamente rivolgersi a un meccanico, a un elettrauto, a un gommista o a un carrozziere.

Naturalmente è sempre possibile chiedere assistenza alle officine della casa madre. In questo caso si ha la certezza di un intervento effettuato in piena regola e con pezzi originali, ma i costi da affrontare sono solitamente superiori. Vediamo quindi

Un’auto incidentata può circolare su strada? Non c’è una risposta unica ma dipende. Più precisamente dipende dalla gravità del sinistro. E non solo in riferimento alle condizioni di sicurezza, ma anche di inquinamento acustico. Basta leggere il Codice della strada per trovare conferma.

Nell’articolo 79 viene infatti attentamente disposto che i veicoli a motore e i loro rimorchi durante la circolazione devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e l’inquinamento. Provando a fare un esempio pratico, è vietato circolare se il motore dell’auto, per quanto efficiente in termini di prestazioni, produca rumori molesti.

Oppure se il paraurti non è ben collocato ed entri ripetutamente in contatto con la carrozzeria provocando altri rumori fastidiosi. La stessa disposizione rinvia al regolamento in cui sono stabilite le prescrizioni tecniche relative alle caratteristiche funzionali e a quelle dei dispositivi di equipaggiamento cui devono corrispondere i veicoli.

In particolare per quanto riguarda i pneumatici e i sistemi equivalenti, la frenatura, i dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione, la limitazione della rumorosità e delle emissioni inquinanti.

A tal proposito si ricorda che le auto devono essere sempre equipaggiate con dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione, dispositivi silenziatori e di scarico se hanno il motore termico, dispositivi di segnalazione acustica, dispositivi retrovisori e pneumatici o sistemi equivalenti.

Ogni norma si accompagna a una sanzione ed ecco quindi che il Codice della strada (l’articolo di riferimento è sempre il 79) prevede che chiunque circoli con un’auto che presenti alterazioni nelle caratteristiche costruttive e funzionali prescritte ovvero con i dispositivi non funzionanti o non regolarmente installati, magari per via delle conseguenze di un incide stradale, è soggetto a una multa da 84 a 335 euro.

Queste cifre schizzano in altro, da 1.174 a 11.741 euro, se l’auto è utilizzata in competizioni.

21 Settembre 2020 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Sinistro stradale: senza cinture di sicurezza niente risarcimento danni? » Non sempre
In un sinistro stradale, è impossibile negare il risarcimento dei danni all'infortunato solo perché non indossava le cinture di sicurezza. In tema di concorso del fatto colposo del danneggiato nella produzione dell'evento dannoso, infatti, a norma dell'articolo 1227, 1 comma, del codice civile, applicabile per l'espresso richiamo di cui all'articolo 2056 del codice civile anche nel campo della responsabilità extracontrattuale, la prova che il danneggiato avrebbe potuto evitare i danni dei quali chiede il risarcimento usando l'ordinaria diligenza, deve essere fornita dal danneggiante che pretende di non risarcire, in tutto o in parte, il creditore. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso ...

Assegno circolare - se è un mio diritto incassarlo, come faccio a farlo valere?
In riferimento a questa discussione, vorrei sapere come fare a farlo valere se si tratta di un mio diritto: io con loro non ho nemmeno un conto corrente, solo una delega sul conto di mia moglie. La sofferenza nasce da un prestito intestato ad entrambi che poi non siamo riusciti a pagare perché a turno abbiamo perso il lavoro. L'assegno circolare è di 6000 euro e riuscirei ad assolvere alle pendenze più gravi:affitto, mensa scolastica, utenze. La prego mi aiuti a risolvere al meglio, è l'unica risorsa che ho per risollevare la sorte della mia famiglia. Grazie ...

Assegno circolare clonato - Come posso recuperarne l'importo?
Più di un anno fa sono stato truffato con un assegno circolare, cioè dovevo acquistare una macchina su internet e mi è stato chiesto la copia dell'assegno circolare via email per controllare la bene missione. Mi sono recato in banca per chiedere se correvo rischi se inviavo copia in bianco e nero al venditore, il banchiera mi rassicurava che con l'assegno circolare non correvo rischi, allora ho inoltrato la copia via email in bianco e nero. Dopo 7/8 giorni che avevo l'appuntamento con questo tizio, vedendo che non mi rispondeva al cellulare mi sono recato in banca per riaccreditare l'assegno, ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Un’auto incidentata può sempre circolare?