Ho venduto la macchina ma l’acquirente non ha registrato il passaggio di proprietà al PRA

Ho venduto la mia automobile con regolare atto di vendita autenticato dal comune nel 2018: l’acquirente non ha ancora fatto il passaggio di proprietà all’ACI.

Vorrei sapere se l’atto di vendita ha valore per la responsabilità civile o sono obbligato a richiedere il passaggio di proprietà all’ACI. Perché temo che l’automobile non sia assicurata e temo anche che possa arrivarmi qualche verbale. Come posso tutelarmi?

Il mancato aggiornamento, dopo l’acquisto di un veicolo usato da un privato, della carta di circolazione e del Certificato Di Proprietà Digitale (CDDO) entro il termine di sessanta giorni determina l’applicazione di sanzioni monetarie e il ritiro della carta di circolazione in caso di controllo su strada.

Infatti, l’articolo 94 del codice della strada dispone che, iIn caso di trasferimento di proprietà degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi o nel caso di costituzione dell’usufrutto o di stipulazione di locazione con facoltà di acquisto, il competente ufficio del PRA, su richiesta avanzata dall’acquirente entro sessanta giorni dalla data in cui la sottoscrizione dell’atto è stata autenticata o giudizialmente accertata, provvede alla trascrizione di trasferimento o degli altri mutamenti indicati, nonché all’emissione e al rilascio del nuovo certificato di proprietà.

L’ufficio competente del Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici, su richiesta avanzata dall’acquirente provvede all’emissione e al rilascio di una nuova carta di circolazione che tenga conto dei mutamenti intervenuti.

Chi non osserva le disposizioni stabilite nell’articolo 94 del codice della strada in commento, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 705 a euro 3.526. Chiunque circoli con un veicolo per il quale non è stato richiesto l’aggiornamento o il rinnovo della carta di circolazione e del certificato di proprietà è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 353 a euro 1.762.

La carta di circolazione viene ritirata immediatamente da chi accerta le violazioni ed è inviata all’ufficio della Direzione centrale della MCTC, che provvede al rinnovo dopo l’adempimento delle prescrizioni omesse.

Pertanto, quando si acquista un veicolo usato, entro sessanta giorni dall’autentica della firma sull’atto di vendita bisogna registrare il passaggio di proprietà all’ufficio provinciale dell’ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA), che rilascerà il certificato di proprietà aggiornato, ed è, altresì, necessario richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile.

Il mancato passaggio di proprietà all’ufficio provinciale ACI (PRA) determina l’applicazione di sanzioni amministrative per l’acquirente e conseguenze sul piano civile e fiscale per il venditore rimasto intestatario al PRA per l’inadempienza dell’acquirente.

Infatti, fino a quando non viene registrato al PRA il passaggio di proprietà, il precedente proprietario risulta ancora intestatario del veicolo e può essere chiamato a rispondere delle conseguenze derivanti dal presunto possesso del veicolo. Per esempio: danni provocati a cose o persone, tassa automobilistica (bollo auto) non versata, contravvenzioni al Codice della Strada.

Il venditore, in questo caso, può richiedere la registrazione al PRA a tutela del venditore oppure ricorrere al giudice.

30 Agosto 2019 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Ricorso Giudice di pace per mancato passaggio di proprietà autoveicolo
Salve, premetto di essere stato molto ingenuo, ma purtroppo ora essendoci il problema devo cercare di risolverlo. Nel febbraio 2008 ho regalato una vecchia macchina ad un amico dicendogli che poteva farne quel che voleva e lui ha ben pensato di darla ad una persona che io non conosco facendo l'atto di vendita che mi è stato fatto firmare ma senza poi portare a termine il passaggio di proprietà percui la macchina risulta ancora intestata a me. Me ne sono accorto dopo tre anni perchè nel frattempo mi sono arrivate delle multe che l'acquirente ha preso. L'unica cosa che io ...

Passaggio di proprietà auto in Comune senza notaio » La dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio
Passaggio di proprietà di un veicolo in comune senza bisogno del notaio: scopriamo la dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio. Come noto, il Passaggio di proprietà, o trapasso, è la procedura con la quale si trascrive, nei pubblici registri, la titolarità di un veicolo trasferendola da un soggetto ad un altro. Se sei in possesso del Certificato di Proprietà tutto è più semplice: puoi procedere con l'atto di vendita, che può essere costituito da una dichiarazione unilaterale di vendita, completa di firma autenticata del venditore, redatta proprio sul retro del Certificato di Proprietà. Per questa operazione servono una marca da bollo da ...

Quando è possibile la risoluzione del contratto di acquisto se ci viene venduto un bene parzialmente altrui
L'ipotesi di vendita di cosa parzialmente altrui, disciplinata dall'articolo 1480 del codice civile, si configura sulla base della situazione oggettiva del bene alienato al momento della stipula del relativo contratto, quando il diritto del venditore è limitato ad una porzione materiale del bene e non all'intero, ovvero quando egli venda l'intero pur avendo un diritto pro quota. Gli elementi soggettivi, conoscenza o ignoranza del compratore al riguardo, si riflettono sulle conseguenze dell'atto, e difatti la norma citata prevede che il compratore può chiedere la risoluzione del contratto solo se, al momento della conclusione, ignorasse che il bene non era interamente ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ho venduto la macchina ma l’acquirente non ha registrato il passaggio di proprietà al PRA