Assegno mantenimento per il figlio richiesto al genitore non coniugato con la madre


Ho un figlio nato da poco, da un uomo con cui non sono sposata, e con il quale abbiamo deciso di comune accordo di interrompere la relazione. A breve andremo dall avvocato per l affido e l assegno di mantenimento. Io non lavoro, lui fa sei mesi lavoro stagionale e sei mesi disoccupazione,
ma risiede con la sua famiglia.

Chiedo se l assegno per il figlio verrà calcolato tenendo conto esclusivamente dei suoi redditi o anche su quelli di coloro che sono attualmente sul suo stato di famiglia. Cioè mamma e fratello.
Chiedo inoltre se essendo il bimbo sotto i tre anni verrà affidato a me che sono la mamma anche se non lavoro e percepisco attualmente solo il reddito di cittadinanza. Grazie

L’importo dell’assegno di mantenimento del figlio riconosciuto è correlato al reddito ed al patrimonio dell’obbligato (il padre, nella fattispecie) e non al reddito e al patrimonio dei componenti la famiglia anagrafica dell’obbligato.

Tuttavia, in caso di inadempimento da parte del padre nella corresponsione dell’assegno di mantenimento al figlio e in base alla giurisprudenza ormai consolidata, possono essere chiamati in causa (ed obbligati al mantenimento), i nonni del bambino, genitori dell’obbligato inadempiente.

Di solito, a meno di circostanze ostative che potrebbero emergere nel corso della procedura giudiziale di accertamento della paternità e dei riconoscimento dell’obbligo di mantenimento, portate dall’altro genitore che ne richieda l’affidamento, il minore viene affidato alla madre.

Peraltro, qualora il padre richiedesse l’affidamento del figlio, non ci sarebbe alcuna valida ragione per riconoscere un obbligo alla corresponsione dell’assegno di mantenimento a carico del padre.

29 Aprile 2022 · Marzia Ciunfrini



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?